Calabria7

Rsa Chiaravalle, le domande di Di Lieto (Codacons)

Mi chiedo come sia stato possibile che i degenti non riuscissero neppure a mettersi in contatto con i loro parenti, neanche per sapere se fossero ancora vivi, praticamente “prigionieri” il tutto mentre dalla struttura erano sempre in diretta tv.

Alla luce delle dichiarazioni rilasciate dal Governatore – che ha sostenuto che siano dovuti intervenire i carabinieri per fare in modo che i “reclusi” fossero trasferiti al Policlinico – appare intollerabile il comportamento della direzione della struttura.

Per questo motivo abbiamo formalizzato una istanza di accesso per comprendere chi abbia autorizzato la RSA.

Ma anche chi (e quando) abbia fatto le verifiche periodiche e chi ha verificato le condizioni igieniche della struttura.

Quelle condizioni igienico-sanitarie che oggi vengono censurate proprio dalla regione.
Rimane, comunque, un mistero.

Come sia possibile che il Governatore possa attribuire la responsabilità della diffusione del contagio ad un ricoverato.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

L’ultimo saluto a Tolomeo, l’uomo di “Brunooo!” ma anche l’arbitro e poi il mister di spessore

Danilo Colacino

Maltempo, scatta l’allerta meteo su tutta la regione

Matteo Brancati

Inaugurato il “bike sharing” a Reggio Calabria

Mirko
Click to Hide Advanced Floating Content