Calabria7

Rubano legna nel Reggino, due arresti

Nella giornata di ieri i Carabinieri della Compagnia di Taurianova, durante un servizio finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati predatori, hanno arrestato a Taurianova due persone per furto aggravato di legna.
In particolare, i Carabinieri della Stazione di San Martino di Taurianova insieme ai colleghi della Stazione di Molochio, durante un controllo in un area rurale, hanno sorpreso Giovanni Sicari 32 enne di Taurianova, e  Salvatore Lamonica, 34 enne di Oppido Mamertina, entrambi disoccupati e gravati da precedenti di polizia, mentre erano intenti a tagliare con delle motoseghe ben 23 alberi di ulivo.

Tentano la fuga. Alla vista dei militari, con ancora attive le motoseghe, i due uomini hanno tentato una precipitosa fuga ma sono stati prontamente bloccati. La legna, in parte già accatastata per essere asportata, di un peso complessivo di circa 600 quintali e un valore commerciale di circa 8 mila euro, è stata restituita al proprietario.
Oltre le conseguenze penali, ai due saranno comminate sanzioni pecuniarie di circa 1000 euro per arbusto in relazione al taglio degli alberi non autorizzato e il danneggiamento.
Talo intervento rientra nella più ampia e costante azione dei Carabinieri per prevenire e reprimere i reati predatori nel territorio, anche attraverso l’incremento dei servizi di pattuglia in ogni fascia della giornata.
Gli arrestati sono stati trattenuti nelle camere di sicurezza della Compagnia Carabinieri di Taurianova in attesa del giudizio di convalida.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Covid-19, giovane lancia allarme sui social:” Sono positivo al virus e sono stato in due discoteche di Soverato”

Giovanni Caglioti

Appalti Stretto, sospeso sindaco Villa San Giovanni

Mirko

Sposato (Opi) : “Discriminazione per gli infermieri, non invitati alle riunioni di condominio”

bruno mirante
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content