Non è possibile copiare i contenuti di questa pagina

Calabria7

Salvini a Catanzaro: “Aiutatemi a liberare la Calabria” (VIDEO)

Il vicepremier Matteo Salvini osannato a Catanzaro. Il ministro dell’Interno è stato accolto con grande entusiasmo da tantissimi che lo hanno sostenuto. “C’è qualcuno che preferisce i delinquenti”, ha detto Salvini.

Poi una frase sul Catanzaro: “Meglio il Catanzaro del Milan”.

E ancora: “Se i politici calabresi si chiedono perchè Salvini è a Catanzaro rispondo loro che devo esserci perchè sono 50 anni che condannano la Calabria. Aiutateci a liberare la Calabria dal centrosinistra”.

Un gruppo di persone ha contestato il leader della Lega fischiandolo, lui ha risposto nel suo stile, con veemenza e convinzione.

“O quest’Europa la salviamo in fretta o ai nostri figli lasciamo uno Stato islamico fondato sulla povertà e la disoccupazione. O adesso o mai più”. Così il leader della Lega e vicepremier, Matteo Salvini, nel corso di un comizio a Catanzaro in vista delle elezioni europee. “La Calabria – ha aggiunto Salvini – è vita, è lavoro, è futuro, è speranza, e porterò questo messaggio in tutte le televisioni e in Europa. E’ troppo facile dire, non solo per la Calabria, ma per tutta Italia: ‘Ah, italiani, spaghetti, mafia, pizza mandolino’, col c…, glielo facciamo vedere il 26 maggio chi sono gli italiani. Mandateci in Europa e la ribaltiamo quest’Europa, rimettendo al centro il diritto al lavoro, alla vita, alla salute e anche ai valori, restituendo dignità a parole che la sinistra voleva cancellare ma sono le parole più belle del mondo, mamma e papà. Domenica – ha rilevato il leader della Lega – è la festa della mamma, non è la festa del genitore 6. E mi fa schifo il solo pensiero dell’utero in affitto, dei bambini in vendita. Il bambino ha bisogno della mamma e del papà”. Salvini ha poi osservato: “O quest’Europa la salviamo in fretta o ai nostri figli lasciamo uno Stato islamico fondato sulla povertà e la disoccupazione. O adesso o mai più”.

“La droga venduta in piazza, venduta in negozio, venduta davanti alla scuola, sempre droga rimane e sempre male fa”.

“Io da ministro dell’Interno – ha aggiunto – combatto ogni tipo di spaccio di droga, e il posto giusto per gli spacciatori non sono i negozi o le piazze, ma la galera, e questa è una battaglia di civiltà. Stiamo combattendo una battaglia contro la droga piazza per piazza, via per via, paese per paese, negozio per negozio, perché la droga fa male, ragazzi, e anche perché la ‘ndrangheta campa di droga. Ringrazio le forze dell’ordine che stanotte hanno sequestrato 215 milioni di euro a una famiglia di ‘ndrangheta, che campava anche grazie all’importazione, produzione e spaccio di droga. Siccome – ha concluso Salvini – voglio un paese in cui i ragazzi possano crescere sani ed educati, vorrei un paese che si occupi di lavoro, futuro, famiglia”.

 

Redazione Calabria 7

 

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Regione, Centrosinistra: “Mobilitazione dopo no a doppia preferenza”

manfredi

Europee, Tallini: “I numeri non sono il forte di “Fare per Catanzaro'”

Matteo Brancati

Catanzaro, Celia: “Non si rispettano i vivi, si rispettino almeno i morti”

Mirko
Click to Hide Advanced Floating Content