Salvini: arresto Strangio, lo Stato non molla

salvini

“Grazie alle forze dell’ordine, che ogni giorno ci fanno essere orgogliosi di loro”. Il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, commenta così l’arresto di Francesco Strangio. “Lo scorso Ferragosto – ricorda Salvini – avevamo organizzato proprio a San Luca il Comitato nazionale ordine e sicurezza pubblica: volevamo mostrare a tutti che lo Stato c’e’ e non molla. L’arresto di questo criminale ne e’ la conferma. Non ci fermeremo qui”.

Strangio era irreperibile dal gennaio 2018 dopo una condanna definitiva a 14 anni per associazione finalizzata al traffico internazionale di stupefacenti. Faceva parte dell’elenco “latitanti pericolosi”.

Strangio era irreperibile dal gennaio 2018 dopo una condanna definitiva a 14 anni per associazione finalizzata al traffico internazionale di stupefacenti. Faceva parte dell’elenco “latitanti pericolosi”.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Le lesioni riportate hanno consigliato il suo trasferimento in elicottero nell’ospedale “San Carlo” di Potenza, dove è morto
A causare l'incidente probabilmente una folata di vento che ha fatto perdere il controllo della vela
I militanti del partito di Carlo Calenda, Maria Stella Gelmini e Mara Carfagna procederanno con questa ulteriore tappa di strutturazione sul territorio
Le indagini sono affidate ai carabinieri che hanno intanto sequestrato il pc del ragazzo
Nello specifico l'uomo, al culmine di una lite con l'allenatore generata dalla sostituzione del figlio, lo ha aggredito colpendolo con strattoni, calci e una testata sulla fronte
Un'iniziativa decisa dopo la mancata squalifica del difensore dell'Inter Francesco Acerbi per il presunto insulto razzista al difensore azzurro Juan Jesus
Si rifarebbero alla pratica dell’autoflagellazione diffusa tra i monaci nel medioevo per espiare i peccati e permettere all’anima di essere accolta degnamente nell’aldilà
Si tratta, in particolare, di beni immobili confiscati, già rientranti nel patrimonio indisponibile dell'Ente, che hanno finalità istituzionali e sociali
L'esposizione, che aprirà i battenti sabato 6 aprile, è curata da Elena Jelmoni con testi di presentazione e testimonianze di Teodolinda Coltellaro e Vittorio Politano
L'auto era in fiamme e non c'è stato modo di salvare il conducente
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved