Saman Abbas, il padre accusa il fidanzato: “È stato lui a rapirla e ucciderla”

Le convinzioni dell'uomo, esposte dal suo avvocato: "Si punta il dito senza avere prove"
Omicidio Saman

“Per noi i colpevoli della morte di Saman Abbas sono o il fidanzato o qualcuno nella comunità italiana”. Così, in un servizio di “Quarto Grado”, si esprime l’avvocato del padre della ragazza, la ragazza trucidata a Novellara (Reggio-Emilia), riportando le parole del proprio assistito. “La ragazza è stata rapita e uccisa, i genitori non c’entrano niente e neanche la famiglia”, continua l’uomo, sottolineando che era stata proprio Saman a chiedere loro di andare in Pakistan, con la promessa di raggiungerli quanto prima. Quindi, nel collegamento con il suo avvocato, prosegue: “È stato incolpato Danish, per esempio, ma, al momento, né noi né voi possiamo dire cosa sia successo realmente”, conclude l’avvocato. “Si punta il dito senza avere prove”.

Shabbar punta quindi il dito anche contro lo stato italiano, che “ha forzato Saman a finire la scuola e l’ha portata in questa comunità in cui non si sapeva che tipo di persone ci fossero”. La sua attenzione si sposta proprio sulla comunità italiana, che a suo dire le avrebbe sottratto i documenti per tornare in Pakistan. Infine, la trasmissione di Retequattro torna a incolpare il fidanzato: “Ha detto che Saman non aveva il telefono, ma come sono stati inviati i messaggi vocali? Forse lui stesso ha voluto fare uccidere Saman”.

Shabbar punta quindi il dito anche contro lo stato italiano, che “ha forzato Saman a finire la scuola e l’ha portata in questa comunità in cui non si sapeva che tipo di persone ci fossero”. La sua attenzione si sposta proprio sulla comunità italiana, che a suo dire le avrebbe sottratto i documenti per tornare in Pakistan. Infine, la trasmissione di Retequattro torna a incolpare il fidanzato: “Ha detto che Saman non aveva il telefono, ma come sono stati inviati i messaggi vocali? Forse lui stesso ha voluto fare uccidere Saman”.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Si trova attualmente agli arresti domiciliari ed è accusato di aver perseguitato con diverse condotte una donna conosciuta nel corso di una cena
Il prossimo sabato 25 maggio l’incontro “Con Giorgia i giovani cambiano l’Europa”. Ci saranno i candidati alle elezioni europee
La squadra in Lombardia con un volo charter. Si trasferirà in una struttura vicino a Cremona per il ritiro prepartita abituale
L'imputato secondo l'accusa, si sarebbe fatto praticare rapporti orali da una minorenne in cambio di una somma di denaro
Operazione della Guardia di Finanza nel contrasto al lavoro sommerso. Scoperti dodici lavoratori completamente senza contratto
Torna a crescere la fiducia degli italiani verso le istituzioni, pubbliche e private, ma solo una parte raccoglie oltre la metà dei consensi
Interrogatorio di garanzia davanti al gip di Vibo. Ha risposto a tutte le domande l’ex direttrice amministrativa Valentina Amaddeo. Prodotta una memoria difensiva
L'ordinanza sulla sicurezza dei bagnanti comprende i Comuni da Simeri Crichi a Monasterace fino alla foce del torrente Assi
Ne dà notizia in una nota l'ateneo, spiegando che le circostanze della morte dell'avvocato e giurista "sono in corso di accertamento"
Del caso si sta occupando la Squadra Mobile. Sul luogo dell'agguato la polizia scientifica ha recuperato ben 5 bossoli
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved