Calabria7

San Calogero, Cartellino scrive al sindaco: “Stop erogazione acqua causa malcontento”

Cosimo Damiano Cartellino, Presidente e Fondatore Partito dei Valori Cristiani, attraverso una nota stampa scrive al sindaco San Calogero sulla problematica riguardante il servizio dell’acqua potabile che sarebbe interrotta continuatamente.

“Illustrissimo Dottor Nicola Brosio, Sindaco di San Calogero, con la presente veniamo a Lei per comunicare alla V.S. ed in particolare al Signor Prefetto di Vibo Valentia che il nostro Dirigente Nazionale del Dipartimento Diversamente Abili del Partito dei Valori Cristiani, residente in Calabria ed esattamente
nel suo Comune di San Calogero, continua a ricevere molteplici segnalazioni non solo da San Calogero ma anche da molti altri paesi limitrofi e da Vibo Valentia stessa che il servizio di erogazione delle acque potabili nelle abitazioni è interrotto continuamente; senza che i cittadini vengano avvisati.

Tutto ciò alimenta allarmi e malcontento nelle famiglie soprattutto perchè una famiglia con la presenza di soggetti, già limitati dalla vita, non riescono nemmeno a esercitare una giusta igiene alla propria persona, oltre a creare gravissimi disagi per quanto riguarda la pulizia e l’igiene della casa stessa. Vorremmo chiedere con estrema cortesia a Voi tutti Dirigenti, quali sono le ragioni che creano questo gravissimo disservizio per poter dare una risposta immediata a tutti i cittadini dei paesi elencati sopra.

Ci auspichiamo che le cause di interruzione idrica nei comuni della zona sia causati soltanto per limitare eventuali danni in termini di salute ai cittadini nel qual caso l’interruzione dell’acqua sia necessaria per la manutenzione di tubazioni e cassoni in cemento-amianto.

Alleghiamo a tale titolo Decreto Ministeriale del 14/05/1996. Normative e metodologie tecniche per gli interventi di bonifica, ivi compresi quelli per rendere innocuo l’amianto, previsti dall’art. 5, comma 1, lettera f), della legge 27 marzo 1992, n. 257, recante: “Norme relative alla cessazione dell’impiego dell’amianto”, affinchè possiate intravedere quali sono i veri motivi di queste interruzioni per poter far comprendere ai cittadini che si rivolgono a noi, come Partito dei Valori Cristiani tramite il nostro dirigente Cosimo Limardo, che nulla di illegale esiste in questo gravissimo disservizio di interruzione di acqua potabile.

Attendiamo fiduciosi una Vostra risposta in merito e colgo l’occasione, a nome del nostro Dirigente Nazionale del Dipartimento Diversamente Abili, Cosimo Limardo, e mio personale in qualità di Presidente e fondatore del Partito dei Valori Cristiani, di porgere cordiali e distinti saluti”.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Trenitalia, in arrivo anche in Calabria i nuovi treni ibridi

Maria Teresa Improta

Regionali, I Quartieri: “Forzare la data delle elezioni è da irresponsabili”

Mirko

Politiche 2022, giochi chiusi in Calabria anche per le candidature del Pd (NOMI)

Maria Teresa Improta
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content