Calabria7

San Ferdinando, Cisl: vergogna per morte altro bracciante

“E’ una vergogna la tragica morte di Moussa Ba, un altro bracciante bruciato nel ghetto di San Ferdinando. Le istituzioni nazionali e locali non sono state capaci di offrire piani di accoglienza ed alloggi stagionali per chi vive in condizioni disumane ed incivili di schiavitù’. Basta indifferenza”.

Lo scrive oggi su twitter la Segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan, tornando sulla vicenda del bracciante senegalese di 29 anni, Moussa Ba, morto nell’incendio della baraccopoli di San Ferdinando, dove ogni anno accorrono migliaia di migranti stagionali.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Si spara in casa, cinquantenne suicida nel Catanzarese

nico de luca

Omicidio Gentile, si torna in Aula il 26 novembre

Danilo Colacino

Laboratorio banconote false, un arresto

Mirko
Click to Hide Advanced Floating Content