Calabria7

Sanità, CGIL chiede tavolo permanente (SERVIZIO TV)

Di Carmen Mirarchi

Il segretario Cgil Calabria Angelo Sposato interviene sui temi della sanità: “Decreto Calabria si poteva fare di più in particolare sullo sblocco delle assunzioni. Manca una rete di connessione da quella  della salute. Questo è il primo errore.

Il secondo è stato quello di non fidarsi dei calabresi. Non si può pensare che su due milioni di  abitanti non ci siano 5 soggetti capaci”.

Sposato chiede intervento della magistratura per delle valutazioni serie ma auspica anche tavolo permanente sulla salute. Lo stesso, spiega che nessuno può lavarsi le mani. La scelta dei dirigenti non viene vista da Sposato come positiva in quanto nella lista compare solo un calabrese.

“Non si possono prendere voti dalla Calabria e poi non dare fiducia ai calabresi”-ha detto.. “In Calabria ci sono persone autorevoli. Occorre più fiducia nel rapporti istituzionali. Il Governo non può fare e meno dei calabresi. C”è stata infiltrazione criminale ma il vecchio commissario doveva denunciare prima di scrivere il libro “.

“Oliverio – conclude- sbaglia a dire faccia la struttura commissariale ed il Governo sbaglia a non indicare una strategia”.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Scandalo al Csm, giudici e magistrati del distretto di Catanzaro a confronto (SERVIZIO TV)

Maurizio Santoro

Soveria Simeri, si rinnova il direttivo Avis

manfredi

Pedana sulla spiaggia pagata dai catanzaresi, soldi buttati in mare (VIDEO)

manfredi
Click to Hide Advanced Floating Content