Calabria7

Sanità, CGIL: “Impegni disattesi dal Commissario”

Sposato

“La Calabria è tra le poche regioni del Paese che nemmeno in piena emergenza coronavirus è riuscita a fare le assunzioni in sanità necessarie e a far scorrere le graduatorie degli idonei”.

Lo scrive, su Facebook, il segretario generale della Cgil Calabria, Angelo Sposato. “E dire che sei mesi fa, a un incontro al ministero della salute con Cgil Cisl Uil e categorie nazionali e della Calabria, alla presenza del ministro Speranza, il commissario Cotticelli, aveva assunto l’impegno di concordare un confronto con il sindacato unitario confederale e di categoria per il piano operativo, per lo sblocco delle assunzioni necessarie, lo scorrimento delle graduatorie degli idonei, un piano per le internalizzazione e stabilizzazione dei precari.

Impegni completamenti disattesi da parte del commissario.

Non riusciamo più a comprendere cosa impedisce al ministro della salute Roberto Speranza, sentita la presidente della Regione Jole Santelli, di intervenire sulla sanità calabrese e superare il famigerato decreto Calabria. Serve un immediato confronto al ministero con le parti sociali sulla sanità calabrese, attesa – conclude Sposato – la permanente e totale assenza di confronto con il commissario ad acta Saverio Cotticelli”.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Manovra, sindacati Calabria: “No a taglio 40 milioni per forestazione”

Matteo Brancati

Operai senza stipendio occupano Comune di Cosenza

Andrea Marino

Europa, accordo su Piano da 1000 miliardi

Matteo Brancati
Click to Hide Advanced Floating Content