Sanità, il calvario degli idonei non ha fine

sanità calvario degli idonei

Ancora problemi per la sanità calabrese: sembra destinato a protrarsi ancora a lungo il calvario degli idonei nelle graduatorie sanitarie in Calabria.

“Dopo una lunga giornata passata nel piazzale della Cittadella Regionale a manifestare i nostri diritti ci siamo ritrovati la sera con un pugno di mosche in mano.” Questo è ciò che si legge nel comunicato stampa degli idonei nelle Graduatorie Sanitarie in Calabria. Amarezza e delusione sono i pilastri di questa lotta contro le chimere dell’indifferenza della sanità calabrese: il calvario degli idonei non è ancora finito. Si prosegue, quindi, con una protesta ad oltranza.

“Dopo una lunga giornata passata nel piazzale della Cittadella Regionale a manifestare i nostri diritti ci siamo ritrovati la sera con un pugno di mosche in mano.” Questo è ciò che si legge nel comunicato stampa degli idonei nelle Graduatorie Sanitarie in Calabria. Amarezza e delusione sono i pilastri di questa lotta contro le chimere dell’indifferenza della sanità calabrese: il calvario degli idonei non è ancora finito. Si prosegue, quindi, con una protesta ad oltranza.

“Facciamo un riepilogo – aggiungono – , ieri 5 novembre 2019 era previsto in tavolino tecnico tra SINDACATI, Struttura Commissariale e Dipartimento Tutela della Salute, dopo tante ore di attesa riusciamo a parlare con il sindacalista Cisl Rubino. Egli ci informa di quanto avvenuto nel confronto dopo aver stilato un documento ufficiale che nei vari punti affrontava tutte le problematiche della nostra sanità. Al momento delle firme il direttore del dipartimento tutela della salute, il dottor Belcastro, si allontana dalla riunione e non risponde nemmeno al telefono. Noi personalmente rimaniamo  esterefatti da tale comportamento e ci chiediamo quale potere forte impedisce a questo dirigente di apporre una firma che sbloccherebbe questa annosa situazione.”

“Noi IDONEI GRADUATORIE SANITARIE CALABRIA non ci arrendiamo”

“Abbiamo fatto un sit-in pacifico e con la presenza della Digos, che ci ha fatto i complimenti per come ci siamo comportati, ovviamente ogni riferimento è puramente casuale visto che noi abbiamo usato la legalità altri preferisco usare la benzina e creare caos e disordini. Da oggi 6 novembre 2019 continua la nostra azione nelle sedi più opportune perché vogliamo il rispetto delle regole e della legalità. La nostra regione deve essere ripulita da questi poteri forti. Sono il vero cancro che sta distruggendo la speranza di tante famiglie che hanno solo il desiderio di poter lavorare. Abbiamo trovato il commissario Cotticelli molto confuso e crediamo che anche lui sia sotto scacco. Chiediamo quindi a gran voce l’intervento del Ministro Speranza, che possa aiutare il commissario Cotticelli a svolgere al meglio il proprio mandato.

Non ci fermeremo – concludono – vogliono dare un esempio di LEGALITÀ perché i nostri figli devono crescere in una regione pulita senza corruzione e senza favoritismi. SCORRIMENTO DELLE GRADUATORIE SUBITO.”

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Effettuati poco meno di 1500 tamponi. In calo il dato relativo alle persone attualmente positive sul territorio regionale
Arrivano i decreti di nomina di Occhiuto. Profiti ad Azienda Zero fino a fine anno. Graziano e Di Furia da commissari a manager per 3 anni
"La strada da seguire - indica Coldiretti - sono gli accordi di filiera tra imprese agricole ed industriali con precisi obiettivi qualitativi e quantitativi e prezzi equi"
Il Garante campano delle persone private della libertà personale, Samuele Ciambriello precisa: "Nessuna pretesa di tornare in Calabria, basta che venga curato"
Al liceo Capalbi di Vibo dibattito su 'ndrangheta e religione con la partecipazione di prefetto, questore e comandante carabinieri
Al momento il cantiere è sotto sequestro. Sul posto vigili del fuovo, carabinieri e personale sanitario del Suem118
"La sua opera, la sua gentilezza, la sua disponibilità, resteranno sempre indelebili, nella storia e nella memoria della città" affermano i componenti della Fondazione
Il disservizio si rende necessario per consentire la riparazione della condotta idrica di distribuzione
L’uomo ha poi cercato di fornire false generalità ai poliziotti che, dopo accurati controlli, è stato identificato compiutamente
Dal 10 giugno nel quartiere marinaro saranno messe a disposizione 40 biciclette noleggiabili. Il servizio si svilupperà dall’Area Teti
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2023 © All rights reserved