Sanità: “Integrazione Mater Domini Pugliese-Ciaccio taglierebbe Lamezia Terme”

Giuseppe d’Ippolito

Il deputato M5s Giuseppe d’Ippolito, attraverso una nota, non nasconde la sua preoccupazione per la nascita dell’Azienda unica ospedaliera di Catanzaro.

“L’integrazione tra le aziende Mater Domini e Pugliese-Ciaccio di Catanzaro metterebbe in serio pericolo l’ospedale di Lamezia Terme, sia se lo inglobasse, sia se lo escludesse”.

“L’integrazione tra le aziende Mater Domini e Pugliese-Ciaccio di Catanzaro metterebbe in serio pericolo l’ospedale di Lamezia Terme, sia se lo inglobasse, sia se lo escludesse”.

“Pare -ha spiegato- che al momento non sia prevista l’annessione dell’ospedale lametino. Tuttavia il progetto, che ostacolerò a ogni costo, difendendo senza resa l’ospedale lametino, solleva grossi dubbi: sul piano legislativo, già rappresentati dal Movimento 5stelle, come sul piano organizzativo e per quanto concerne i bilanci delle due aziende del capoluogo regionale”.

Allo stato attuale -ha proseguito d’Ippolito- Mater Domini fagociterebbe Pugliese-Ciaccio, che dovrebbe subire una ripartizione delle unita’ operative imposta dal commissario governativo precedente e perfino accollarsi gli ingenti debiti del policlinico universitario catanzarese, che dalla Regione Calabria continua a ricevere, dal 2012, un corrispettivo annuale superiore di circa 10milioni rispetto a quanto consentito dalla norme”.

Se non bastasse, l’integrazione in argomento – chiosa il deputato – costringerebbe al rifacimento radicale della rete dell’assistenza, cancellerebbe per sempre la tanto attesa realizzazione del Centro politrauma regionale a Lamezia Terme, in quanto gli investimenti si concentrerebbero sulla nuova e piu’ attrezzata azienda unica, e svilirebbe ruolo e capacita’ di risposta degli ospedali del territorio, cioè quelli di Lamezia, di Soverato e di Soveria Mannelli, che non possono essere dimenticati o, peggio, abbandonati”.

Sono convinto che si debba aprire un’ampia discussione politico-istituzionale, anche per non seppellire la nostra proposta di legge, di iniziativa popolare, di riassetto delle aziende del Servizio sanitario calabrese, dolosamente congelata dal Consiglio regionale. Soprattutto, al contrario di quanto pensano diversi consiglieri regionali e i soliti vecchi della politica catanzarese, cui si aggiunge Tonino Scalzo, pronto al cambio di casacca, l’integrazione riguarda anche i rappresentanti parlamentari”.

Ciò – ha infine affermato – perchè la Calabria e’ in piano di rientro e registra un disavanzo di quasi 200milioni annui, al netto di possibili artifici contabili, da parte della Regione Calabria, volti a non fermare le assunzioni di nuovo personale”.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Il pubblico ministero non aveva chiesto la condanna o l’assoluzione per maltrattamenti in famiglia ma il giudice aveva già deciso
Chi viene sorpreso al volante con lo smartphone in mano avrà la patente sospesa per una settimana se su questa ci sono almeno 10 punti
Il cane sarebbe scappato da una casa approfittando del cancello aperto: non sarebbe il primo episodio di aggressione
A seguito delle querele sporte dagli automobilisti coinvolti, la polizia ha individuato la donna e l'ha denunciata
L’uomo, un assistente capo coordinatore del Corpo di polizia penitenziaria, lavorava nel servizio a turno ed era stato anche aggredito 4/5 anni fa
"Il governo Meloni - ha detto la sottosegretaria - imprime una forte accelerata alle attività messe in campo per sottrarre al degrado una delle zone più critiche sotto il profilo ambientale"
Il generale dovrà spiegare ai pubblici ministeri che cosa accadde quando era il rappresentante della Difesa in Russia
Lo scopo è quello di evitare la commissione di reati più gravi da parte di persone ritenute socialmente pericolose
Una riunione formale, diversi punti tracciati e soprattutto tante nuove iniziative da proporre
"Qualora dovesse paventarsi un’intenzione seria che vada in quella direzione - afferma Comito - siamo pronti ad attivarci in ogni sede"
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved