Calabria7

Sanità: morta dopo parto, Regione Calabria invia ispettori

cetraro

Il Dipartimento regionale Tutela della Salute ha disposto l’invio del “team risk management” all’ospedale di Cetraro (Cs), dove nei giorni scorsi una donna di 36 anni è morta per un’emorragia dopo aver partorito un bimbo.

Lo si apprende da fonti della Regione. Inoltre, il Dipartimento regionale ha anche chiesto all’Azienda sanitaria provinciale una relazione dettagliata sulla vicenda. L’arrivo a Cetraro della “task force” di ispettori, disposto con provvedimento adottato subito dopo il fatto dal dirigente generale del Dipartimento regionale Tutela della Salute, Antonio Belcastro, è atteso nelle prossime ore: il team, composto da quattro professionisti, effettuerà verifiche e sopralluoghi nel presidio ospedaliero di Cetraro e attività di audit degli operatori sanitari che, a vario titolo, hanno avuto un ruolo nella vicenda.

Sulla morte della 36enne, la Procura di Paola ha aperto un’inchiesta, disponendo anche l’autopsia, dopo la denuncia fatta ai carabinieri dai familiari della donna: anche la direzione dell’ospedale di Cetraro ha avviato un’indagine interna. Il bambino, nato dopo un parto che è stato naturale, sta bene.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Scuola, in Calabria la prima campanella suonerà il 20 settembre

Alessandro De Padova

L’editoriale, la politica se ne “frega” della gente che si “vendica” nelle urne

Danilo Colacino

Anas, chiuso per lavori tratto SS 18 nel Cosentino

Matteo Brancati
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content