Sanità, Regione presenta prima analisi su flussi mobilità

Nella seduta odierna della Commisione Salute della Conferenza delle Regioni la Calabria era rappresentata dal Delegato del Presidente Oliverio alle Politiche Sanitarie Franco Pacenza e dal Direttore generale del dipartimento Antonio Belcastro, i quali hanno depositato formalmente al Coordinatore della Commissione, Assessore Saitta e al Vice, Assessore Ventura, una prima analisi sui flussi della mobilita’ sanitaria per l’anno 2017.

“I flussi di mobilita’ sanitaria – ha affermato Pacenza – hanno un percorso assai complesso e spesso vanno ad esaurimento con anni di ritardo.

“I flussi di mobilita’ sanitaria – ha affermato Pacenza – hanno un percorso assai complesso e spesso vanno ad esaurimento con anni di ritardo.

Proprio cio’ ha costretto negli anni a ripetuti accordi “politici” in sede di conferenza tesi a calmierare i flussi stessi.

Esistono infatti code di conguaglio che si richiamano addirittura al 2014 e via via a salire negli anni. Nella seduta di oggi, anche per il lavoro tecnico fatto nelle ultime settimane a supporto, la Calabria ha aperto una discussione riguardante l’appropriatezza delle prestazioni e la certezza dei flussi.

La verifica dell’appropriatezza delle prestazioni deve essere certa e non può avere libere interpretazioni a seconda di dove la prestazione viene erogata.

Nella prima analisi illustrata oggi, riguardante le prestazioni ospedaliere, sono stati riscontrati scostamenti e inappropriatezze significative: anagrafiche non corrispondenti con comuni calabresi, prestazioni di alta specialità con un solo giorno di degenza, prestazioni chemioterapiche con doppia prestazione farmaceutica, ricoveri ripetuti e ravvicinati, maggiorazioni di prestazioni (+7%) previste per strutture universitarie non corrispondenti.

A tutto ciò, considerato anche i volumi di risorse addebitate alla Calabria, vi e’ tutta la partita riguardante le prestazioni specialistiche ambulatoriali”.Concludendo l’intervento Pacenza ha rimarcato inoltre come “il quadro, sia pure ancora provvisorio che va delineandosi, e’ assai preoccupante per comportamenti opportunistici e non solo.

I volumi di mobilita’ sanitaria passiva per la Calabria – ormai si sono superati abbondantemente i 300 milioni di euro l’anno – necessitano di certezze assolute e incontestabili”. La discussione di oggi continuerà già domani in sede tecnica.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
L'appuntamento è per domenica 16 giugno e al centro dell'iniziativa ci sarà la terza età. Il titolo è già tutto un programma: "Siamo tutti anziani"
Secondo quanto raccontato da "Basta vittime sulla statale 106": il conducente della vettura sbalzato fuori dall'abitacolo e incastrato nel guardrail
Ci sono anche due deputati calabresi tra i parlamentari sanzionati dall'ufficio di presidenza della Camera dei deputati
Soddisfazione da parte del presidente di Coldiretti Calabria Franco Aceto: "Ma non basta, la mobilitazione continua"
l'inviato
Centinaia di chilometri di arenile ubicati a ridosso della statale 18 invasi da erbacce, rifiuti e liquami fognari
L'Intervista
Il testo licenziato dal Senato - spiega il governatore della Calabria al Corriere della Sera - è un buon testo, ma deve essere migliorato”
I messaggi social con la firma delle “Brigate Rosse” diretti a due cosiddetti "diarchi fascisti": "Siete condannati a morte"
La Cgil incalza di fronte all'ennesimo episodio "Bisogna prendere provvedimenti drastici e urgenti affinché i colleghi vengano tutelati"
Accolte le istanze dei difensori del 31enne, di Spadola. Il Tribunale di Messina ha ritenuto inammissibile la richiesta della Dda
Accusati in concorso tra di loro di peculato, erano stati arrestati nell'ambito di un'inchiesta della Guardia di finanza. Accolte le le richieste della difesa
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved