Calabria7

Sant’Anna Hospital, Spirlì ai vertici aziendali: “Convocherò tavolo istituzionale” (VIDEO)

di Bruno Mirante – E’ proseguita davanti la Cittadella regionale la protesta dei dipendenti del Sant’Anna Hospital di Catanzaro che questa mattina hanno incontrato un delegato del prefetto di Catanzaro per chiedere l’istituzione di un tavolo istituzionale che affronti la vertenza e scongiuri la chiusura di una delle più importanti realtà sanitarie a livello regionale. Una delegazione di rappresentanti della struttura formata  dal direttore dell’unità operativa di Cardiochirurgia Daniele Maselli, dal Direttore sanitario Soccorso Capomolla, dal presidente del Cda del Sant’Anna Hospital Giovanni Parisi, ha incontrato il presidente facente funzioni della Giunta regionale, Nino Spirlì. Presente all’incontro anche il consigliere regionale Francesco Pitaro.

Al termine del confronto la delegazione si è dichiarata soddisfatta per l’attenzione rivolta alla problematica da parte del presidente Spirlì che – fanno sapere i manifestanti – si è fatto carico di convocare un tavolo istituzionale che porti, in tempi brevi, alla risoluzione della vertenza. Il consigliere Pitaro ha chiesto a Spirlì di coinvolgere all’interno del tavolo anche il commissario alla Sanità Guido Longo, il direttore del dipartimento Tutela dalla Salute Francesco Bevere e un rappresentante dell’azienda sanitaria provinciale di Catanzaro. Il tavolo istituzionale dovrà agire in fretta: dal 28 dicembre, infatti, a causa della crisi di liquidità in cui versa il Sant’Anna, scatterà il blocco delle attività ospedaliere con ripercussioni che andrebbero ad abbattersi non solo sugli oltre 300 dipendenti della struttura e sulle loro famiglie ma anche sui degenti di Cardiochirurgia che rischiano il trasferimento nelle altre strutture sanitarie calabresi dotate del reparto: l’ospedale di Germaneto e quello di Reggio Calabria.

“Ho acquisito le istanze del cda e le riporterò al più presto al commissario della Sanità, al direttore generale del dipartimento Salute e al prefetto di Catanzaro – ha dichiarato Spirlì dopo l’incontro con la delegazione. Mi auguro che questa strana e complessa vicenda trovi al più presto una soluzione. Certo è che – ha aggiunto il presidente – non mi sarei mai perdonato un silenzio istituzionale che non è nel mio costume e che ritengo inammissibile quando di mezzo c’è la salute e la vita non solo di pazienti, ma anche di lavoratori”.

LEGGI ANCHE| Sant’Anna Hospital, scatta la protesta dei dipendenti a Catanzaro (VIDEO)

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Borgia, consegna encomi per virtù civiche e senso del dovere

Mirko

Abbandonano i figli minori in casa e litigano in aeroporto a Lamezia: coppia denunciata

Mimmo Famularo

Covid-19, sì alla massima cautela no alla “psicosi di massa”, anche a Catanzaro

Danilo Colacino
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content