Sanità, vertenza autisti 118 Cosenza: “Emergenza certificata con Asp”

118 sapia

“Il 118 di Cosenza affonda piano piano e tutti vanno al mare”. Esordisce così Francesco Spadafora, portavoce del gruppo Graduatoria Autisti 118, i vincitori di un concorso bandito tra il 2016 e 2017 dall’Asp di Crotone e la cui graduatoria, a valenza regionale, rimane ancora inutilizzata.

“Vista l’infinita vicenda legata alla vertenza degli autisti del 118 della graduatoria di Crotone e dagli innumerevoli risvolti ad essi associati – scrive Spadafora – vi comunico che mi è stato recapitato in forma anonima un plico postale contenente una lettera alquanto importante, tanto da deciderne la divulgazione immediata all’opinione pubblica e agli organi competenti, incluso il generale Cotticelli, l’onorevole Sapia, l’onorevole Nesci ed il senatore Nicola Morra”. Nel plico, secondo quanto riporta, si legge che “il 31 maggio 2019 con numero protocollo aziendale 0069426 il direttore della C.O. 118 di Cosenza, Riccardo Borselli, protocolla presso gli uffici dell’Asp Bruzia una richiesta appurante nero su bianco il fabbisogno degli autisti del 118 di tutta la provincia, documento che attesta una grave carenza territoriale di 26 unità, più 21 unità da assumere per l’apertura delle nuove postazioni Pet decretate anni or sono. Questa richiesta è stata indirizzata all’attenzione del Dg facente funzioni Sergio Diego, al direttore del dipartimento Tutela salute Antonio Belcastro oltre che al generale Cotticelli”. “Ora basta! Vogliamo delle risposte concrete – scrive ancora Spadafora – non accettiamo nessuna scusa e nessun rifiuto a procedere alle immediate assunzioni tramite scorrimento della nostra graduatoria”.

“Vista l’infinita vicenda legata alla vertenza degli autisti del 118 della graduatoria di Crotone e dagli innumerevoli risvolti ad essi associati – scrive Spadafora – vi comunico che mi è stato recapitato in forma anonima un plico postale contenente una lettera alquanto importante, tanto da deciderne la divulgazione immediata all’opinione pubblica e agli organi competenti, incluso il generale Cotticelli, l’onorevole Sapia, l’onorevole Nesci ed il senatore Nicola Morra”. Nel plico, secondo quanto riporta, si legge che “il 31 maggio 2019 con numero protocollo aziendale 0069426 il direttore della C.O. 118 di Cosenza, Riccardo Borselli, protocolla presso gli uffici dell’Asp Bruzia una richiesta appurante nero su bianco il fabbisogno degli autisti del 118 di tutta la provincia, documento che attesta una grave carenza territoriale di 26 unità, più 21 unità da assumere per l’apertura delle nuove postazioni Pet decretate anni or sono. Questa richiesta è stata indirizzata all’attenzione del Dg facente funzioni Sergio Diego, al direttore del dipartimento Tutela salute Antonio Belcastro oltre che al generale Cotticelli”. “Ora basta! Vogliamo delle risposte concrete – scrive ancora Spadafora – non accettiamo nessuna scusa e nessun rifiuto a procedere alle immediate assunzioni tramite scorrimento della nostra graduatoria”.

Spadafora denuncia ancora la situazione delle postazione del 118. “I colleghi autisti – scrive – vengono massacrati dai turni estenuanti, le postazioni di Lungro e Cariati sono privatizzate da anni, la postazione di Cassano allo Jonio a giorni alterni utilizza gli autisti aziendali e quando non ci sono vengono rimpiazzati da associazioni private a pagamento extra”. E annuncia anche possibili azioni legali, visto che la situazione resta stagnante.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Si giocherà stasera il primo turno dei playoff. Gara secca e senza ulteriori appelli. Alle Aquile basta un pari per la semifinale
Migliaia di persone in piazza con l'obiettivo è di bloccare il progetto fortemente sponsorizzato dalla Lega e dal governo di centrodestra
Mamma di una bambina, racconta di essere stata licenziata nel 2022 per "riduzione del personale". Il tribunale le ha dato ragione, ma i soldi non sono ancora arrivati
I consiglieri comunali d Giuseppe Dell'Aquila e Antonio Pace chiedono al sindaco Sergio Ferrari di precisare aspetti fondamentali
Il sindaco Pellegrino: "Un atto gravissimo che colpisce un professionista e un amministratore integerrimo"
Inutili i soccorsi dell’equipe sanitaria, intervenuta con l'elisoccorso. Sulla vicenda indagano i carabinieri. Il cane è stato sequestrato
"Non ha trovato la forza né il coraggio di spiegare che produrrà un divario enorme tra Nord e Sud, a livello economico, di servizi e diritti"
Presente anche una folta delegazione di abitanti di Punta Faro in Sicilia e Cannitello a Villa San Giovanni, le aree che saranno espropriate
Progetto “Squadra Mobile”. Operazione di contrasto al fenomeno dell’illecito stoccaggio e smaltimento di rifiuti
l'inviato
L’ex sito industriale sepolto dalle erbacce e a rischio igienico- sanitario. Promessi mega progetti per rilanciare l’area diventata simbolo della decadenza del territorio
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved