Calabria7

Santelli e Succurro alla caccia di San Giovanni in Fiore

succurro palazzo dei bruzi san giovanni in fiore

Nelle prossime elezioni amministrative di settembre, San Giovanni in Fiore diventa snodo fondamentale per la politica regionale.

Così fondamentale che per riprendere il “fortino rosso” dove l’ex governatore Oliverio è di casa, scenderà in campo direttamente l’attuale presidente della giunta regionale Jole Santelli.

La Santelli spinge la Succurro a San Giovanni in Fiore

San Giovanni in Fiore è più importante di Reggio Calabria in questo momento per il centrodestra cosentino che punta ad un consolidamento delle proprie posizioni dopo le trionfali regionali dello scorso gennaio.

La Santelli in persona ha fatto il nome del candidato, anzi della candidata. Si tratta dell’assessore comunale di Cosenza Rosaria Succurro che della Santelli vicesindaco bruzia è stata collega di giunta e con la quale condivideva le deleghe dedicate al mondo della cultura e del rilancio dell’immagine.

La Succurro è molto vicina anche al sindaco di Cosenza Mario Occhiuto e, proprio in una lista di ispirazione occhiutiana, ha sostenuto la Santelli nella corsa vincente per Germaneto con un ottimo risultato di voti.
Proprio su di lei, la Santelli ha deciso di puntare per l’assalto a San Giovanni in Fiore.

Le resistenze del centrodestra silano

Ma la candidatura della Succurro deve vincere delle resistenze. Non tanto legate al fatto di andare da Cosenza a San Giovanni in Fiore per amministrare ma nel centrodestra silano stesso.

La Santelli e la Succurro devono fare leva sulle resistenze interne: Fratelli d’Italia ha le sue spaccature all’interno e sta valutando ben due candidature: una vicina ad Orsomarso e un’altra lontana; poi le ambizioni di Forza Italia locale e una candidatura targata Lega.

Quattro nomi sono troppi e le diplomazie per avere una candidatura unica, quella della Succurro come pensa la Santelli, sono al lavoro.

Ex oliveriani e socialisti per la Succurro sindaco

La Succurro porterebbe in dote anche, secondo i rumors che echeggiano da San Giovanni, anche un’area di ex oliveriani e di socialisti.

Dall’altra parte, si attendono le primarie del centrosinistra fra il sindaco uscente Giuseppe Belcastro e il presidente dell’attuale consiglio comunale Domenico Lacava. Il primo gode del sostegno del gruppo Oliverio e dei socialisti di Incarnato, sempre a sentire i rumors silani; l’atro dal resto del Partito democratico e della coalizione.

Francesco Cangemi

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

“Porto di Gioa Tauro, no al ricatto occupazionale”

Carmen Mirarchi

FS, Bevacqua: “Alta Velocità Sibari-Roma da implementare”

Mirko

Terremoti, nuova scossa nel mare calabrese

Mirko
Click to Hide Advanced Floating Content