Calabria7

Santoro gol, Parigi risponde: tra Vibonese e Casertana finisce in parità

vibonese-casertana

di Antonio Battaglia – Non è questo il modo per liberarsi in maniera definitiva dall’incubo playout, ma la politica dei piccoli passi potrebbe presto regalare qualche soddisfazione in più. Ancora un pari, il quarto di fila nell’era Roselli, per la Vibonese contro l’insidiosa Casertana di Guidi. 1-1 il risultato finale di un match complessivamente equilibrato, con poche emozioni e ritmi prevalentemente bassi: dopo un primo tempo noioso, le due squadre si sono accese colpendo rispettivamente con Santoro (con la grande complicità di Marson) e Parigi nel giro di un minuto. Poi qualche occasione per la Casertana, rivelatasi ininfluente a fronte dell’ottimo meccanismo difensivo messo in atto dagli ipponici.

Primo tempo

In avvio di match è la Vibonese a rendersi pericolosa con una punizione dalla trequarti battuta da Ciotti che trova al centro dell’area Parigi, incapace però di impattare bene il pallone. La Casertana prende da subito in mano il pallino del gioco e si affaccia costantemente nella metà campo avversaria, mentre i padroni di casa si chiudono dietro per poi tentare qualche ripartenza. Complessivamente, il gioco si concentra a metà campo e il match si assesta su ritmi equilibrati.

Al 20’ Plescia crossa in mezzo per Parigi, che manca per poco la deviazione vincente con il tacco. Sette minuti dopo, il solito Plescia prova una girata al volo che viene tuttavia parata senza problemi da Avella. Qualche minuto dopo, Roselli manda in campo Cattaneo in luogo dell’infortunato Statella. I ritmi si mantengono molto bassi e la Casertana, protagonista di un lungo possesso palla, non riesce a scardinare l’ottimo meccanismo difensivo messo in atto dai padroni di casa.

Secondo tempo

In avvio di ripresa il copione è lo stesso che ha animato la prima frazione: si lotta e si combatte prevalentemente in mezzo al campo, ma in avanti latitano le occasioni. Al 52’, la prima svolta improvvisa del match: punizione di Santoro dai venti metri, Marson tenta la respinta in maniera goffa ma finisce per farsi superare ingenuamente. Neanche trenta secondi dopo, però, Parigi riporta la parità con una conclusione secca a fil di palo su ottima sponda di Plescia. La Casertana resta in avanti, ma non riesce a trovare grossi sbocchi e viene messa in difficoltà dalle azioni di ripartenza rossoblù.

Al 66’ buona chance per i campani: cross di Hadžiosmanović, sul pallone arrivata Cuppone che in girata di testa manda poco sopra la traversa. Al 69’ un’altra uscita sconsiderata di Marson consegna un assist a Matese, autore di un tiro al volo che si infrange sul muro di difensori rossoblù. Roselli manda in campo Bachini al posto di Ambro ridisegnando i suoi con un 5-3-2 difensivo, mentre il collega ospite opta per gli ingressi di Matos, Varesanovic e Longo. Quest’ultimo ha una buona chance al minuto 83, quando Longo viene imbeccato dal Del Grosso e prova un tiro potente che chiama Marson all’intervento. Nel finale Roselli inserisce Spina e Murati e la Vibonese resiste stoicamente ai tentativi di Longo e Hadziosmanovic conquistando l’ennesimo pareggio.

(scatto in evidenza realizzato da Demetrio Marcianò)

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Serie C, Rende-Siracusa a porte chiuse

manfredi

Volevano far passare per pazzo Emanuele Mancuso, inchiesta chiusa: 10 indagati (NOMI)

Mimmo Famularo

Pizzo, entro il 16 settembre richiesta per affidamento impianto sportivo

Matteo Brancati
Click to Hide Advanced Floating Content