Sbarchi nel Reggino, sette presunti scafisti fermati e portati in carcere

I 7 scafisti fermati si sommano agli altri 50 individuati e fermati dall’inizio dell’anno, a fronte di 85 sbarchi e 6.975 extracomunitari giunti sulle nostre coste
scafisti calabria

Sette presunti scafisti sono stati fermati dalla polizia e dalla Guardia di finanza in relazione gli sbarchi di cittadini extracomunitari avvenuti nel porto di Roccella Ionica. I 7 sono stati portati nella casa circondariale di Locri. Cinque, tutti di nazionalità egiziana, sono stati fermati in relazione allo sbarco di 263 migranti giunti a bordo di un peschereccio di circa 25 metri, gli altri due, uno di nazionalità siriana e l’altro di nazionalità turca, sono stati fermati all’esito delle attività concernenti lo sbarco di 82 migranti avvenuto lo scorso 15 novembre. I 7 scafisti fermati si sommano agli altri 50 individuati e fermati dall’inizio dell’anno, a fronte di 85 sbarchi e 6.975 extracomunitari giunti sulle nostre coste.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Il Presidente della Repubblica ha firmato il provvedimento di conferimento del titolo, su proposta dal Ministero dell’Interno
La manifestazione fortemente voluta dal Comune dopo l’operazione antimafia Hybris contro le cosche Piromalli e Molè
La misura cautelare trae origine da una indagine diretta dalla Procura della Repubblica di Lamezia Terme e condotta dall'Arma territorial
“Ci hanno ringraziato per l'aiuto che gli abbiamo dato. Hanno sofferto tanto ed hanno lavorato per superare la tragedia"
La vicenda riguardava dei buoni sottoscritti nel 2002, che Poste rifiutava di pagare perché riteneva fossero oramai prescritti
"I soldi stanziati per la Calabria, ad esempio, devono restare in Calabria, così come quelli assegnati ad ogni Regione”
"Si tratta del primo risultato dell’istituzione della facoltà di Medicina a Cosenza, perché è un investimento realizzato dall’Unical"
L’Autorità di bacino chiede nuovi approfondimenti. L’avvio del cantiere slitta a data da destinarsi. Intanto la sanità vibonese sprofonda
La minore veniva dapprima fatta bersaglio di minacce verbali per poi essere aggredita con pugni e schiaffi
Nella colluttazione l'anziano cadde a terra battendo la testa. Trasportato in ospedale, morì dopo due settimane di agonia e sofferenza
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2023 © All rights reserved