Sbarco migranti a Catanzaro, Fiorita: “Chi ha cuore aiuta, gli altri scrivono su Facebook” (VIDEO)

Il primo cittadino: "Siamo presenti per tutto quello che è necessario, speriamo che vengano smistate rapidamente in altri Centri"

“Quello di oggi è uno sbarco importante, tra le 400 e le 500 persone – prevalentemente giovane, finora tutti uomini. Ciò che posso dire ai cittadini catanzaresi è che nonostante le avverse condizioni meteorologiche tutto sta avvenendo in condizioni di sicurezza e di ordine”. Queste le prime parole del sindaco Nicola Fiorita in merito allo sbarco dei migranti (LEGGI) avvenuto alle ore 13 circa della giornata odierna, al Porto di Catanzaro. La macchina dei soccorsi e dell’accoglienza è scattata sostanzialmente in tempo reale, visto che l’imbarcazione con a bordo le persone non ha potuto fare ingresso nel porto per via delle sue dimensioni. Tutti i livelli istituzionali si sono mossi quindi mossi in coordinamento tra loro.

“L’Amministrazione comunale – si legge in una nota di Palazzo de Nobili – ha messo a disposizione il palazzetto dello sport nel quartiere Corvo, dove gran parte dei migranti è già arrivata a bordo dei cinque autobus messi a disposizione dell’Amc, la municipalizzata di trasporto pubblico. In sinergia col Comune si sono mossi i volontari della Prociv Catanzaro, che hanno distribuito beni di prima necessità: acqua al momento dello sbarco e poi cibo al palazzetto. In questo momento, i migranti stanno anche ricevendo la necessaria assistenza sanitaria e in particolare, vengono sottoposti al tampone anti-Covid.

“L’Amministrazione comunale – si legge in una nota di Palazzo de Nobili – ha messo a disposizione il palazzetto dello sport nel quartiere Corvo, dove gran parte dei migranti è già arrivata a bordo dei cinque autobus messi a disposizione dell’Amc, la municipalizzata di trasporto pubblico. In sinergia col Comune si sono mossi i volontari della Prociv Catanzaro, che hanno distribuito beni di prima necessità: acqua al momento dello sbarco e poi cibo al palazzetto. In questo momento, i migranti stanno anche ricevendo la necessaria assistenza sanitaria e in particolare, vengono sottoposti al tampone anti-Covid.

“Identificazione e tamponi”

“Noi come Amministrazione – aggiunge il primo cittadino – stiamo dando una mano alla Prefettura, alla Guardia costiera, alle forze dell’ordine, alla Protezione civile comunale e regionale – che sta gestendo tutte le fasi dello sbarco. Abbiamo messo a disposizione il Palazzetto dello Sport del quartiere Corvo, oltre ad alcuni autobus per un trasferimento molto rapido.

Il sindaco riferische che “adesso avverrà l’identificazione, la sottoposizione ai tamponi e le prime cure sanitarie. E, a breve – continua -, forniremo cinquecento pasti caldi a queste povere persone. Siamo presenti per tutto quello che è necessario, speriamo che vengano smistate rapidamente in altri Centri. Dico solo – conclude Fiorita con un tono piccato – che chi ha cuore dà una mano, chi non lo ha scrive i post su Facebook”.

GUARDA IL VIDEO 

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
L'appuntamento è per domenica 16 giugno e al centro dell'iniziativa ci sarà la terza età. Il titolo è già tutto un programma: "Siamo tutti anziani"
Secondo quanto raccontato da "Basta vittime sulla statale 106": il conducente della vettura sbalzato fuori dall'abitacolo e incastrato nel guardrail
Ci sono anche due deputati calabresi tra i parlamentari sanzionati dall'ufficio di presidenza della Camera dei deputati
Soddisfazione da parte del presidente di Coldiretti Calabria Franco Aceto: "Ma non basta, la mobilitazione continua"
l'inviato
Centinaia di chilometri di arenile ubicati a ridosso della statale 18 invasi da erbacce, rifiuti e liquami fognari
L'Intervista
Il testo licenziato dal Senato - spiega il governatore della Calabria al Corriere della Sera - è un buon testo, ma deve essere migliorato”
I messaggi social con la firma delle “Brigate Rosse” diretti a due cosiddetti "diarchi fascisti": "Siete condannati a morte"
La Cgil incalza di fronte all'ennesimo episodio "Bisogna prendere provvedimenti drastici e urgenti affinché i colleghi vengano tutelati"
Accolte le istanze dei difensori del 31enne, di Spadola. Il Tribunale di Messina ha ritenuto inammissibile la richiesta della Dda
Accusati in concorso tra di loro di peculato, erano stati arrestati nell'ambito di un'inchiesta della Guardia di finanza. Accolte le le richieste della difesa
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved