Calabria7

Sblocco gateway ferroviario del Porto di Gioia Tauro: le reazioni

Porto Gioia Tauro

Arrivano le prime reazioni del mondo politico-istituzionale in merito allo sblocco del gateway ferroviario del Porto di Gioia Tauro annunciato, nelle scorse ore, dal presidente della Regione, Jole Santelli.

Tripodi (FI), a Gioia Tauro risultato storico

“Il completamento del gateway ferroviario nel porto di Gioia Tauro è uno straordinario risultato che la presidente Jole Santelli raggiunge dopo poche settimane dalla sua elezione, sbloccando un cantiere strategico per il futuro della Calabria. Grazie a questa opera, Gioia Tauro diventerà un porto intermodale, uno dei più importanti del continente, che consentirà il trasporto delle merci in tutta Europa. Il rilancio dell’economia calabrese è partito in modo concreto, con uno scarto brevissimo tra l’enunciazione e i fatti. Esprimo soddisfazione per la determinazione e all’autorevolezza della presidente Santelli che è riuscita a mettere attorno ad un tavolo tutti i soggetti interessati al completamento della tratta ferroviaria, superando gli ostacoli burocratici che ne avevano impedito la realizzazione. E’ questa la strada maestra da seguire per la rinascita della nostra regione. Il centrodestra dimostra di avere cultura di governo rispettando gli impegni presi con gli elettori. Quella di oggi è veramente una giornata storica”. Lo dichiara in una nota Maria Tripodi, deputata e vice coordinatore di Forza Italia Calabria.

Mangialavori (FI),da Gioia Tauro la Calabria cambia passo

«In sole due settimane di governo, Jole Santelli è riuscita a realizzare un obiettivo atteso da venti anni, il completamento del gateway ferroviario. Se il buongiorno si vede dal mattino, vuol dire che per la Calabria è davvero iniziata una fase luminosa della sua storia». Ad affermarlo è il senatore Giuseppe Mangialavori. «In molti – continua il parlamentare – avevano criticato la volontà della presidente calabrese di passare diversi giorni della settimana a Roma, in modo da rafforzare le interlocuzioni della Regione Calabria con i ministeri. Invece, a meno di un mese dal suo insediamento, e grazie al lavoro con il viceministro delle Infrastrutture e i vertici di Rfi, Santelli è riuscita a superare un blocco durato vent’anni e a creare le condizioni per gli investimenti a favore del gateway». «È del tutto evidente – conclude Mangialavori – che, con Santelli in cabina di regia e con un centrodestra unito al suo fianco, la Calabria si appresta a cambiare definitivamente passo».

Confindustria, bene sblocco gateway Gioia Tauro

“Esprimo vivo apprezzamento per l’annuncio, arrivato dalla presidente della Regione Calabria Jole Santelli, dello sblocco del procedimento per il completamento e l’ammodernamento del tratto che renderà pienamente operativo il gateway ferroviario di Gioia Tauro, come più volte sollecitato da Unindustria Calabria. Un risultato che va ascritto alla sensibilità della governatrice sul porto e all’azione sinergica con il Governo nazionale, RFI e l’autorità portuale”. Il presidente di Confindustria Reggio Calabria, Domenico Vecchio, commenta così le notizie arrivate dalla Cittadella di Germaneto. “Naturalmente, dopo tutto il tempo perso è necessario che si proceda con estrema sollecitudine alla cantierizzazione delle opere perché per decenni la Calabria, così come l’intero Paese, è stata paralizzata dall’incapacità di tradurre in realtà infrastrutture indispensabili alla crescita dell’economia e del territorio. Al contempo – conclude Vecchio – è indispensabile intervenire con urgenza per definire il nuovo assetto gestionale del gateway che non può restare un corpo separato rispetto al terminal oggi ottimamente gestito da Til-Msc”.

Redazione Calabria 7

 

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Camera di Commercio Catanzaro e Unicef insieme per l’infanzia

Mirko

Coronavirus, in attesa dei colori delle Regioni: sul tavolo il nuovo decreto legge

Mirko

Comitato Ristoratori Catanzaro a TV7: “Pronti a chiudere tutto”

manfredi
Click to Hide Advanced Floating Content