Calabria7

Scarcerato l’uomo ritenuto tra gli elementi più pericolosi del clan Lo Bianco

Leoluca Lo Bianco, meglio noto come “U rozzu” lascia il carcere. Il 61enne è ritenuto dagli inquirenti e dai collaboratori di giustizia tra gli elementi più pericolosi del clan Lo Bianco. Il gup Claudio Paris, accogliendo le richieste degli avvocati difensori Francesco Sabatino e Antonietta De Nicolò ha disposto per lui gli arresti domiciliari per motivi di salute ritenuti incompatibili con la detenzione carceraria. Tratto in arresto nel dicembre 2019 nel corso della maxioperazione Rinascita-Scott ha scelto di essere giudicato con rito abbreviato. Nel corso del processo il pm ha già chiesto per “U rozzu” la condanna a 12 anni di reclusione in quanto già condannato per associazione mafiosa nel processo Nuova Alba e di recente indagato a piede libero per l’omicidio di Filippo Piccione. Un eccidio consumatosi nel corso di una cruenta faida, nel 1993, quando l’uomo venne freddato a colpi di pistola nei pressi della propria abitazione.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Favoreggiamento all’immigrazione clandestina, arrestato a Cosenza cittadino iracheno

Damiana Riverso

Spaccio di droga nella Presila Catanzarese, sette rinvii a giudizio (NOMI)

Gabriella Passariello

Il presidente della Provincia di Vibo conferisce onorificenza al 5° Reggimento Fanteria Aosta

Maria Teresa Improta
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content