Calabria7

Scarichi illegali in un’azienda avicola a Cosenza, denunciati i due amministratori

Cirò

I militari della Stazione Carabinieri Forestale di Cosenza hanno denunciato i due amministratori di un’azienda avicola di contrada Sant’Elia. A seguito di un controllo sulle norme ambientali, è stato infatti accertato che erano in corso lavori di lavaggio e disinfezione di uno dei tre capannoni adibiti ad ospitare le galline per la produzione delle uova fresche. Le acque di lavaggio, frammiste alle deiezioni delle galline, erano convogliate all’interno di una vasca dove, attraverso uno scarico di fondo e un tubo in pvc, venivano scaricate, senza alcun trattamento depurativo, in un fosso, dove erano presenti ristagni melmosi. Nell’area esterna all’azienda era stata inoltre scavata una buca all’interno della quale erano presenti centinaia di uova rotte e, sempre nell’azienda, un’area era stata adibita a deposito ed abbandono di rifiuti speciali, da smaltire mediante combustione illecita.

I reati contestati

Agli amministratori dell’azienda sono stati contestati i reati inerenti la combustione illecita e il deposito e abbandono incontrollato di rifiuti nel suolo, scarico di acque reflue industriali in corpo idrico superficiale senza autorizzazione e utilizzazione agronomica degli effluenti di allevamento in violazione della normativa di settore. Sequestrate le aree e i rifiuti presenti.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

L’editoriale, Regionali: la nemesi del Cav che impone agli alleati la “dittatura della minoranza”

Danilo Colacino

Raid a mano armata in piazza a Diamante, quattro arresti

Antonio Battaglia

Controlli nel Reggino: sei deferimenti, violazioni per 6mila euro

Mirko
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content