Schlein in Calabria: “Col decreto migranti hanno reso più difficile salvare le persone in mare”

Ha visitato la comunita’ Progetto Sud e il Centro Calabrese di solidarietà, strutture che da anni si occupano di fasce deboli e fragili

“L’Unione europea si deve muovere con una voce sola e forte per fermare questa follia della guerra e che, come abbiamo detto dall’inizio, si sta traducendo in un’ecatombe, con più di 35 mila civili morti. La popolazione palestinese per il 40% è fatta di minori, ragazze e ragazzi che coi terroristi non hanno nulla a che fare e che non possono essere puniti collettivamente per il brutale attentato del 7 ottobre”. Lo ha detto Elly Schlein parlando con i giornalisti a Lamezia Terme, per visitare la comunita’ Progetto Sud, struttura che da anni si occupa di sostegno alle fasce deboli e fragili. Ad accogliere Schlein don Giacomo Panizza, fondatore di Progetto Sud. 


    “Questa cosa – ha aggiunto la segretaria del Pd – deve finire qui. E tutta la comunità internazionale deve fermare Netanyahu. Serve un cessate il fuoco per liberare gli ostaggi israeliani ancora detenuti da Hamas e per fermare questo massacro di civili, che non è accettabile. Ed è gravissimo che Netanyahu prosegua la sua azione folle nonostante la Corte internazionale di giustizia si sia espressa per fermare questo attacco a Rafa.  Non c’è alcun Paese al mondo che si può permettere di calpestare i principi del diritto internazionale”.  La seconda è stata a Catanzaro, con un altro passaggio in una struttura di eccellenza nelle politiche sociali, il Centro calabrese di Solidarieta’. Le altre tappe sono previste nel pomeriggio, a Corigliano Rossano e a Reggio per un comizio.


    “Questa cosa – ha aggiunto la segretaria del Pd – deve finire qui. E tutta la comunità internazionale deve fermare Netanyahu. Serve un cessate il fuoco per liberare gli ostaggi israeliani ancora detenuti da Hamas e per fermare questo massacro di civili, che non è accettabile. Ed è gravissimo che Netanyahu prosegua la sua azione folle nonostante la Corte internazionale di giustizia si sia espressa per fermare questo attacco a Rafa.  Non c’è alcun Paese al mondo che si può permettere di calpestare i principi del diritto internazionale”.  La seconda è stata a Catanzaro, con un altro passaggio in una struttura di eccellenza nelle politiche sociali, il Centro calabrese di Solidarieta’. Le altre tappe sono previste nel pomeriggio, a Corigliano Rossano e a Reggio per un comizio.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
L'appuntamento è per domenica 16 giugno e al centro dell'iniziativa ci sarà la terza età. Il titolo è già tutto un programma: "Siamo tutti anziani"
Secondo quanto raccontato da "Basta vittime sulla statale 106": il conducente della vettura sbalzato fuori dall'abitacolo e incastrato nel guardrail
Ci sono anche due deputati calabresi tra i parlamentari sanzionati dall'ufficio di presidenza della Camera dei deputati
Soddisfazione da parte del presidente di Coldiretti Calabria Franco Aceto: "Ma non basta, la mobilitazione continua"
l'inviato
Centinaia di chilometri di arenile ubicati a ridosso della statale 18 invasi da erbacce, rifiuti e liquami fognari
L'Intervista
Il testo licenziato dal Senato - spiega il governatore della Calabria al Corriere della Sera - è un buon testo, ma deve essere migliorato”
I messaggi social con la firma delle “Brigate Rosse” diretti a due cosiddetti "diarchi fascisti": "Siete condannati a morte"
La Cgil incalza di fronte all'ennesimo episodio "Bisogna prendere provvedimenti drastici e urgenti affinché i colleghi vengano tutelati"
Accolte le istanze dei difensori del 31enne, di Spadola. Il Tribunale di Messina ha ritenuto inammissibile la richiesta della Dda
Accusati in concorso tra di loro di peculato, erano stati arrestati nell'ambito di un'inchiesta della Guardia di finanza. Accolte le le richieste della difesa
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved