Calabria7

Sci in Calabria, comitato Fisi: “Gli atleti agonisti devono poter allenarsi e gareggiare”

sci calabria

“In una fase così delicata, è assolutamente necessario un confronto costante al fine di coordinare le azioni da intraprendere”. Per questo motivo si è tenuto in videoconferenza un primo incontro fra i vertici del Comitato Fisi Calabro Lucano e alcuni dei gestori degli impianti di risalita del territorio calabrese per discutere dell’apertura degli impianti sciistici e dei centri fondo per permettere agli atleti Fisi calabresi di svolgere l’attività sportiva in calendario ritenuta di interesse nazionale.

In particolare hanno preso parte all’incontro il presidente Cal, Bianca Zupi, il vicepresidente e responsabile del settore Fondo, Pino Mirarchi, e Domenico Morabito, per conto di Asproservice. Impossibilitato a partecipare Antonio Bollareto per Arsac che ha però comunicato al presidente Zupi «la propria disponibilità a supportare le necessità degli atleti Fisi nel rispetto delle normative vigenti», così come Paolo Spina, referente del Centro Fondo Carlomagno, e Antonio Reale, del Centro Fondo Montescuro. «L’iniziativa – si legge in una nota della Fisi – è stata molto apprezzata. Arsac, Asproservice, i Centri Fondo Carlomagno e Montescuro  hanno tutti confermato la disponibilità a collaborare per favorire la pratica sportiva.

“Regione e istituzioni comunali assenti”

La stessa iniziativa verrà avviata prossimamente anche in Basilicata, al fine di instaurare un dialogo con le strutture sciistiche territoriali e consentire l’attività sportiva agonistica Fisi. Il presidente Zupi e il vicepresidente Mirarchi si sono soffermati sul protocollo messo a punto dalla Federazione per consentire lo svolgimento di allenamenti e gare nel rispetto delle normative anti-Covid, precisando i passaggi necessari da effettuare da parte degli sci club e dei gestori degli impianti.

Completamente assenti le istituzioni comunali e, soprattutto, la Regione – si legge – che nonostante i reiterati solleciti mostra completa disattenzione nei confronti di un indotto turistico-sportivo di estrema importanza. L’augurio di questo comitato è che si possa avviare al più presto una condivisione con gli Enti locali poiché gli obiettivi di crescita e sviluppo territoriali sono comuni”.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Calcio, il valzer degli attaccanti: Cosenza su Vano, Curiale e Martignago per il Catanzaro

Antonio Battaglia

Cosenza, vincere a Venezia per non perdere il treno salvezza

Antonio Battaglia

Maratona di Berlino, Guzzi inorgoglisce la sua Amato

nico de luca
Click to Hide Advanced Floating Content