Scolacium, ‘ndrangheta nel Catanzarese: torna in libertà Sandro Stilo, appartenente al clan Bruno

Il tribunale del Riesame di Catanzaro accoglie il ricorso degli avvocati difensori. Revocato il carcere per l'indagato

Ritorna in libertà Sandro Stilo, di Squillace, destinatario di una misura cautelare in carcere nell’ambito dell’inchiesta della Dda, nome in codice Scolacium, che punta a far luce sull’operatività delle cosche di ‘ndrangheta nei territori di Vallefiorita, Amaroni, Palermiti, Squillace, Roccelletta di Borgia, Girifalco, e nelle aree industriali di San Floro e Germaneto.

Il Tribunale del Riesame ha accolto il ricorso degli avvocati Salvatore Staiano, Helenio Cartaginese e Livio Muscatiello, revocando la misura cautelare in atto per l’indagato sotto inchiesta per partecipazione in associazione di tipo mafioso ed estorsione. Secondo le ipotesi accusatorie il clan Bruno era in grado di muovere una cospicua quantità di voti riuscendo a penetrare all’interno dell’amministrazione comunale di Squillace proprio attraverso Sandro Stilo, che in passato avrebbe minacciato un assessore e in due circostanze il 25 maggio 2014 e il 24 febbraio 2019 avrebbe preso di mira il primo cittadino di Squillace “l’ha preso dal collo ed è capitato due volte, una nel Comune e una volta è andato allo studio, gli ha buttato la scrivania”. Non solo.

Il consenso elettorale negato agli irriconoscenti

Stilo quando era necessario nei confronti degli “irriconoscenti” negava il suo consenso elettorale, tant’è che in una conversazione lui riferisce di contrasti con strascici giudiziari sorti con un parente a cui nega il consenso elettorale in occasione delle elezioni per il rinnovo del Consiglio comunale di Squillace, a differenza di quanto accaduto nella precedente tornata, quando aveva contribuito al raggiungimento di un notevole risultato consentendogli di raggiungere 237 preferenze e di essere nominato vicesindaco. Stilo, secondo le ipotesi di accusa, condiziona l’attività dell’amministrazione comunale di Squillace per favorire i suoi interessi economici e anche quelli della cosca (LEGGI). (g. p.)

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Messa in sicurezza l’area, è stato chiuso al traffico il tratto interessato dal rogo per il tempo necessario alle operazioni di spegnimento
Il governatore: "La nostra terra ha vitigni eccellenti e tante piccole cantine"
Ordinato sacerdote nel 1936 fu membro per sedici anni della Compagnia di Gesù, insegnando filosofia e teologia
Sul posto il personale medico del 118 ed i carabinieri per i rilievi del caso, assieme a squadre dell'Anas
Le osservazioni in vista della conferenza di impatto ambientale
L'aspirante primo cittadino parla anche delle "condizioni disagevoli per l’erogazione delle prestazioni" e del "sovraccarico di lavoro"
Il più grande festival della regione, dall’anima itinerante e dal respiro internazionale, sarà inaugurato lunedì 15 aprile
Intanto il ministro dell'Interno, Matteo Piantedosi, è in contatto con i prefetti delle città italiane
L'uomo non ha saputo specificare la provenienza del denaro che per gli investigatori sarebbe frutto di illeciti
Un evento che ha riunito i congregari presenti, finalizzato all’approvazione dei documenti contabili dell'associazione
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved