Scontri fra 200 ultras di Roma e Lazio, bombe carta contro la polizia: un arresto

Sequestrati bastoni, mazze, pietre e cacciaviti: il primo scontro del prepartita è iniziato così, a pochi passi dallo stadio Olimpico

È tutto pronto per il derby fra Roma e Lazio previsto nel pomeriggio di oggi, sabato 6 aprile, per le ore 18 allo stadio Olimpico. Massima allerta in tutta la capitale per gli scontri fra gli ultras delle due società capitoline che fin dai giorni che hanno preceduto la Pasqua, hanno iniziato la loro guerra, a colpi di adesivi (antisemiti). I primi scontri fisici, invece, sono arrivati nella mattina di oggi, intorno alle 9.30 a pochi passi dallo stadio. Un gruppo di circa 200 tifosi biancocelesti si è spostato da Giusti della Farnesina verso il Bar River, dove si trovavano almeno 100 ultras della Roma. L’ipotesi è che le due tifoserie possano essersi date appuntamento in chat per scontrarsi a pochi passi dallo stadio.

Scontro fra ultras vicino all’Olimpico prima del derby

Scontro fra ultras vicino all’Olimpico prima del derby

Gli ultras biancocelesti sono arrivati con il volto coperto. Lo scontro fra i due gruppi di tifosi è stato inevitabile. In breve tempo, però, sono arrivati gli agenti della polizia che hanno raggiunto il luogo degli scontri, come previsto dal piano di ordine pubblico messo in atto dalla Questura di Roma per l’intera giornata di oggi. I tifosi hanno lanciato delle bombe carta a cui gli agenti hanno risposto con il lancio di lacrimogeni. In breve tempo le due frange di tifosi sono state separate. C’è stato un arresto. Si tratta di un capo ultras biancoceleste trasportato nel Distretto Ponte Milvio.

Sono scattate immediatamente le indagini: sembra che le immagini della Polizia Scientifica abbiano ripreso tutto e i video sono già al vaglio degli agenti per individuare eventuali ulteriori responsabilità. Altri due ultras, stavolta giallorossi, dopo essersi fatti refertare le ferite lacero contuse in ospedale, sono stati portati negli uffici della Digos. La loro posizione è al vaglio. Non si esclude che, nelle prossime ore, possa arrivare il fermo anche per altri soggetti. Nel frattempo sono stati sequestrati i materiali utilizzati durante lo scontro. Si tratta di caschi, probabilmente utilizzati per coprire il volto, ma anche mazze, bastoni, cacciaviti e persino una pietra. (Fanpage)

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Confermato l'ordinanza di custodia cautelare nei confronti di Francesco Putortì, indagato per omicidio e tentato omicidio
L'appuntamento è per domenica 16 giugno e al centro dell'iniziativa ci sarà la terza età. Il titolo è già tutto un programma: "Siamo tutti anziani"
Secondo quanto raccontato da "Basta vittime sulla statale 106": il conducente della vettura sbalzato fuori dall'abitacolo e incastrato nel guardrail
Ci sono anche due deputati calabresi tra i parlamentari sanzionati dall'ufficio di presidenza della Camera dei deputati
Soddisfazione da parte del presidente di Coldiretti Calabria Franco Aceto: "Ma non basta, la mobilitazione continua"
l'inviato
Centinaia di chilometri di arenile ubicati a ridosso della statale 18 invasi da erbacce, rifiuti e liquami fognari
L'Intervista
Il testo licenziato dal Senato - spiega il governatore della Calabria al Corriere della Sera - è un buon testo, ma deve essere migliorato”
I messaggi social con la firma delle “Brigate Rosse” diretti a due cosiddetti "diarchi fascisti": "Siete condannati a morte"
La Cgil incalza di fronte all'ennesimo episodio "Bisogna prendere provvedimenti drastici e urgenti affinché i colleghi vengano tutelati"
Accolte le istanze dei difensori del 31enne, di Spadola. Il Tribunale di Messina ha ritenuto inammissibile la richiesta della Dda
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved