Sellia Marina Domani: “Roghi ex discarica, rischio salute per i cittadini”

di Antonia Opipari

Esiste una richiesta di convocazione del Consiglio Comunale – che pare non essere stata presa in considerazione – ed una denuncia alla Procura della Repubblica, da parte dei quattro consiglieri d’opposizione del gruppo Sellia Marina Domani, Antonio Ferrarelli, Chiara Bonofiglio, Giuseppina Talarico e Giuseppe Mercurio, redatte e inviate all’indomani dei roghi che il 10 e 12 agosto scorsi hanno interessato l’area dell’ex discarica in località S. Simone a Sellia Marina (Cz).

Esiste una richiesta di convocazione del Consiglio Comunale – che pare non essere stata presa in considerazione – ed una denuncia alla Procura della Repubblica, da parte dei quattro consiglieri d’opposizione del gruppo Sellia Marina Domani, Antonio Ferrarelli, Chiara Bonofiglio, Giuseppina Talarico e Giuseppe Mercurio, redatte e inviate all’indomani dei roghi che il 10 e 12 agosto scorsi hanno interessato l’area dell’ex discarica in località S. Simone a Sellia Marina (Cz).

Le motivazioni che hanno spinto Ferrarelli e i suoi sono riassunte in un documento che vede tra i destinatari pure Arpacal, Asp, Protezione Civile ed il Governatore Oliverio; la richiesta per quest’ultimo è che venga stanziato un finanziamento regionale utile alla bonifica dell’intera zona della vecchia discarica la quale, alla luce di quanto accaduto e con il rischio che gli incendi si ripetano, rappresenta un grave pericolo per la salute dei cittadini selliesi.

«Il Comune di Sellia Marina ha riversato nei decenni passati i suoi rifiuti in un area, quella di località S. Simone a ridosso del centro abitato, senza alcun adeguamento preventivo della stessa» si legge nell’atto sottoscritto dai consiglieri. «Nelle giornate di sabato 10 e lunedì 12 agosto si sono sviluppati due incendi che hanno interessato l’ex discarica e la vicina Isola Ecologica – continua -; a distanza di pochi giorni, non avendo adottato nessun provvedimento che scongiurasse il ripetersi di simili e gravi accadimenti, il sito ha continuato a bruciare in data 1 e 2 settembre, emanando diossina» al punto che «numerosi cittadini hanno cominciato ad avvertire bruciori e fastidi alle vie respiratorie».

Un problema non da poco se si considera che, spente le fiamme in superficie, la combustione può continuare per giorni anche nel sottosuolo, disperdendo sostanze nocive che rischiano di inquinare le falde acquifere.

Una nuova “Terra dei fuochi” a Sellia Marina?

Si spera di no. Intanto bisognerebbe «monitorare la qualità dell’aria e dell’ambiente circostante lo sviluppo di tali roghi, cercare i colpevoli e mettere in sicurezza l’aria» chiedono quelli di Sellia Marina Domani.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Messa in sicurezza l’area, è stato chiuso al traffico il tratto interessato dal rogo per il tempo necessario alle operazioni di spegnimento
Il governatore: "La nostra terra ha vitigni eccellenti e tante piccole cantine"
Ordinato sacerdote nel 1936 fu membro per sedici anni della Compagnia di Gesù, insegnando filosofia e teologia
Sul posto il personale medico del 118 ed i carabinieri per i rilievi del caso, assieme a squadre dell'Anas
Le osservazioni in vista della conferenza di impatto ambientale
L'aspirante primo cittadino parla anche delle "condizioni disagevoli per l’erogazione delle prestazioni" e del "sovraccarico di lavoro"
Il più grande festival della regione, dall’anima itinerante e dal respiro internazionale, sarà inaugurato lunedì 15 aprile
Intanto il ministro dell'Interno, Matteo Piantedosi, è in contatto con i prefetti delle città italiane
L'uomo non ha saputo specificare la provenienza del denaro che per gli investigatori sarebbe frutto di illeciti
Un evento che ha riunito i congregari presenti, finalizzato all’approvazione dei documenti contabili dell'associazione
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved