Sequestrata a Villapiana una maxi discarica abusiva con oltre 1800 quintali di rifiuti

Nel corso del controllo bloccato un camion che si accingeva a scaricare altri 300 quintali di scarti di indifferenziato

Un’area di stoccaggio per rifiuti non autorizzata è stata sequestrata dai carabinieri a Villapiana. All’interno di un capannone abbandonato in contrada varco dell’Antenna, a seguito ella segnalazione di un funzionario comunale, sono stati trovate 120 balle di scarti per un totale di 1.800 quintali di materiale. Nell’ambito della sorveglianza e dei controlli disposti sul sito allo scopo di intercettare i responsabili del trasporto illecito e dell’abbandono di rifiuti, i militari e gli agenti della Polizia municipale hanno fermato un autocarro contenente 300 quintali di scarti da rifiuto indifferenziato che due persone, autisti del mezzo pesante, si accingevano a scaricare nel piazzale antistante il capannone. I due sono stati identificati e denunciati. Nei prossimi giorni si procederà alla caratterizzazione dei rifiuti e alla classificazione della tipologia degli scarti abbandonati illecitamente. Il sindaco di Villapiana Paolo Montalti ha anticipato che il Comune di Villapiana si costituirà parte civile nel procedimento che verrà instaurato a carico dei responsabili.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Depositata la richiesta firmata dal gruppo consiliare del Pd e dai capigruppo del Movimento Cinquestelle e del Misto
Il format, con la presenza di alcuni protagonisti della salute, della sanità e dello sport, prevede  due panel dal 24 al 29 maggio
Il ricordo dell'ufficiale dei carabinieri, tra i pochi di cui il giudice si fidava: "In macchina avrei potuto esserci anche io se non fossi tornato prima in Sicilia"
E' accusato di tentata estorsione: avrebbe anche rovesciato una bottiglia di benzina sulla madre minacciandola di darle fuoco
Era stata presentata dalla Direzione distrettuale antimafia. Non si ripartirà da zero: dichiarati efficaci tutti gli atti compiuti finora
Attivo nel settore del commercio all’ingrosso di prodotti alimentari, il profilo criminale emerso nelle operazioni “Il Padrino” e “Gotha”
rinascita scott
La Corte d'assise di Catanzaro ricostruisce uno dei più efferati fatti di sangue commessi nel Vibonese dalla 'ndrangheta. Decisiva anche un'intercettazione
LA SENTENZA
La Corte di appello di Catanzaro ha riformato la sentenza di primo grado nei confronti dell'imputato accusato di maltrattamenti e lesioni
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved