Calabria7

Sequestro Chindamo, spunta una Golf grigia molto sospetta

golf chindamo

Importante dettaglio nelle indagini per la scomparsa dell’imprenditrice Maria Chindamo.

Come informa l’avvocato Nicodemo Gentile, uno dei legali di famiglia, dalle ricostruzioni dei fatti relativi alla scomparsa dell’imprenditrice di Laureana di Borrello (RC) sono emerse immagini molto interessanti.

Il giorno dell’omicidio, la mattina del 6 maggio 2016, si nota una golf grigio chiara effettuare movimenti sospetti, come se avesse avuto il compito di osservare, intercettare e segnalare gli spostamenti della donna nel percorso verso la sua tenuta.

Alle 6,43 le telecamere di sorveglianza posizionate presso il distributore Tamoil di Laureana, hanno registrato il passaggio di una Wolkswagen Golf, che con andatura costante e circolare, effettuava, fino alle 6,58 ben dieci transiti, a salire e a scendere, intorno al predetto distributore.

Appena riconosciuta la Daica Duster di Maria Chindamo, la Golf iniziava a seguirla a velocità sostenuta e da allora però non transitava più nei pressi della Tamoil.

“Si tratta, con evidenza, di un elemento di fondamentale importanza per la comprensione degli eventi ed è – scrive l’avvocato sulla sua pagina Facebook – per questo che, pur consapevoli delle oggettive difficoltà, non ci arrendiamo nella ricerca della verità, chiedendo l’aiuto a chiunque sia a conoscenza di elementi utili, perchè Maria e la sua famiglia meritano giustizia!”

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

A caccia di escort: Cosenza e Catanzaro tra le città con più clic

manfredi

Terremoti, sciame sismico nel Reggino: registrate nove scosse

manfredi

Consiglio regionale, Tallini torna in aula: “Accuse infamanti, disprezzo la ‘ndrangheta”

bruno mirante
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content