Calabria7

Serie A, Crotone coraggioso ma impreciso: il punto

di Antonio Battaglia – Lunedì di riflessioni in casa Crotone. Gli Squali hanno pagato lo scotto del ritorno in Serie A incassando un pesantissimo 4-1 in casa del Genoa. Ci sarà modo e tempo di rialzare la testa, la maratona è appena cominciata e alla squadra di Stroppa serve tempo per potersi conoscere meglio e sfruttare le proprie potenzialità. 

La pesante debacle del “Ferraris” fa sicuramente male, ma come una rondine non fa primavera, nemmeno un fiocco di neve fa inverno. Pertanto non si può parlare subito di situazioni drammatiche. Certo, considerando gli imminenti impegni, il calendario non sorride ai rossoblù (Milan in casa, quindi la trasferta sul terreno del Sassuolo e il big match allo “Scida” contro la Juve), i quali di fatto gettano alle ortiche un’occasione che avrebbe potuto regalare qualche sorpresa.

Condizione fisica approssimativa e svarioni difensivi

L’entità della sconfitta obbliga gli uomini pitagorici ad alcune riflessioni. Lo aveva già annunciato Stroppa nel corso della conferenza stampa pre-gara: il Crotone è in ritardo in vari settori. La squadra ammirata in quel di Genova è apparsa coraggiosa, a tratti quella fluida e spumeggiante dello scorso anno, ma con una condizione fisica approssimativa (solo un’amichevole estiva) e diverse imprecisioni in fase difensiva. 

Sarà, dunque, necessario rivedere il posizionamento eccessivamente alto di un reparto arretrato che dovrà essere rinforzato con ulteriori innesti dal mercato. La differenza di qualità con il Genoa, capace di sfruttare tutti i limiti degli avversari specie sulle corsie esterne, è stata in tal senso determinante.

Serve più cattiveria

Non è solo una questione di coraggio o competitività, ma anche di cattiveria. Quell’ingrediente che aiuta a sbranare l’avversario, a ridurlo in brandelli senza concedergli una minima possibilità di ripresa. Quello, cioè, che ha animato il Crotone in tutto lo scorso esaltante campionato. Ecco, ora toccherà a Stroppa ridestare i suoi in questi primi scampoli di campionato. Bisognerà buttare sempre il cuore oltre l’ostacolo, lo esige un campionato che non perdona flessioni di alcuna natura.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Si allontana dopo una lite e torna armato di pistola, arrestato

Matteo Brancati

Vibonese, contro il Picerno scontro diretto da non fallire

Antonio Battaglia

Juve Stabia-Catanzaro: le probabili formazioni

Matteo Brancati
Click to Hide Advanced Floating Content