Calabria7

Serie A, un Crotone double face sprofonda anche a Bologna: situazione nerissima

bologna-crotone

di Antonio Battaglia – Doveva essere la gara decisiva per rilanciare le proprie ambizioni, quella decisiva per lanciare un segnale chiaro al campionato. Ma il Crotone è costretto a fare i conti con un’altra sconfitta che ora potrebbe seriamente compromettere la classifica. 1-0 il risultato finale al “Dall’Ara”, con il Bologna che incamera il secondo successo di fila in campionato. Il Crotone gioca bene nel primo tempo e impedisce quasi sempre agli emiliani di sviluppare il proprio gioco, per poi dimostrarsi assolutamente impalpabile nella ripresa. L’ultimo posto è sempre più consolidato, il prossimo avversario si chiama Napoli: qualcuno salvi il Crotone.

Primo tempo

Il Crotone parte subito forte e al 3’ Messias, dopo una bella iniziativa personale, sfiora il gol del vantaggio. I pitagorici schiacciano il Bologna nella propria metà campo, ma al 16’ gli emiliani creano il primo pericolo: Orsolini suggerisce centralmente per l’accorrente Soriano, che non riesce però a concludere da buona posizione. Quattro minuti dopo, altra ghiotta chance: cross in area per Danilo appostato a due passi dalla porta, ma Pedro Pereira lo anticipa provvidenzialmente mandando in angolo. 

Il Crotone è vivo e si fa vedere con buona continuità dalle parti di Skorupski: al 26’ Vulic prova un tiro a giro che finisce fuori di poco, mentre un minuto dopo lo stesso centrocampista serbo viene anticipato al momento della conclusione da Danilo. Al 31’, è sempre il difensore del Bologna a salvare i suoi intercettando un traversone di Pereira per Messias appostato a due passi dalla porta.

Le due squadre si sfidano in un prolungato botta e risposta che non sortisce, tuttavia, gli effetti desiderati. Il Crotone avrebbe ancora la chance di passare in vantaggio, ma al 38’ Simy deve fare i conti con un miracolo di Skorupski. Gli Squali insistono alla ricerca del gol, ma a sbloccare il match è Skorupski al secondo minuto di recupero: la difesa avversaria si dimentica di Sansone, il suo colpo di testa viene respinto miracolosamente da Cordaz ma il pallone finisce sui piedi di Soriano che in tap-in insacca.

Secondo tempo

Nella ripresa è tutto un altro Crotone: impalpabile, poco cattivo, incapace di reagire. Al 48′ prima chance per il Bologna, con un bel colpo di testa di Barrow che chiama Cordaz all’intervento felino. La reazione rossoblù si materializza al minuti 57, quando il solito Vulic si accentra e lascia partire un destro che finisce di poco a lato. Stroppa intuisce il difficile momento e opta per due sostituzioni: dentro Dragus e Magallan, fuori Vulic e Golemic.

Nulla da fare, a dettare i ritmi è sempre la squadra di casa. Al 61′ ghiotta chance per i rossoblù, con Simy costretto a salvare provvidenzialmente su Tomiyasu che era prontassimo a insaccare. Stroppa prova il tutto per tutto inserendo Crociata per Reca: cambia lo schieramento tattico, ma la scossa non arriva. I pericoli li crea solo il Bologna, che al minuto 89 sfiora il 2-0 con Palacio e Vignato che non riescono a insaccare da buona posizione. E’ notte fonda per gli Squali.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

‘Ndrangheta, domiciliari per poliziotto di Crotone che aiutava clan

Giovanni Bevacqua

Torneo delle Regioni Futsal: squadre calabresi domani in campo

nico de luca

Regionali, strategie e velleità personali: il grande assente è il progetto Calabria

bruno mirante
Click to Hide Advanced Floating Content