Calabria7

Serie B, amarezza Crotone: pari del Chievo all’89’

di Antonio Battaglia – Comincia con qualche perplessità il nuovo “mini-campionato” del Crotone, che raccoglie un deludente 1-1 nello scontro interno con il Chievo.

Un risultato assolutamente meritato per gli ospiti, che per tutto il match avevano macinato ottime trame di gioco rivelando, però, diverse imprecisioni in fase offensiva. Dalla sua, il Crotone ha saputo soffrire e adattarsi all’avversario, tenendo a bada una vocazione prettamente offensiva, ma non è bastato ad evitare la beffa finale.

Il pareggio costa agli Squali due punti pesanti in chiave promozione, ma la battuta d’arresto del Frosinone permette di mantenere invariate le distanze dal terzo posto. Servirà, inevitabilmente, un approccio più cattivo dal prossimo match. Quello che oggi, a malincuore, non si è visto.

PRIMO TEMPO

Ritmi bassi nei primi minuti di gara. Il Crotone fatica a sviluppare gioco e viene disturbato dalla pressione insistente del Chievo, che sviluppa un’ottima pressione offensiva con i tempi giusti negli inserimenti.

Al minuto 7 prima occasione per il Chievo, con Djordjevic che riceve il pallone al limite mandando alto sopra la traversa.Sul ribaltamento di fronte, pericoloso Armenteros su suggerimento di Gerbo. Il Chievo continua a macinare gioco e al 10’ sfiora nuovamente il vantaggio: complice una dormita difensiva del Chievo, Djordjevic raccoglie un pallone da Renzetti e spara alto da pochi passi.

L’inerzia del match sembra propendere dal lato degli ospiti, ma al 21’ arriva clamorosamente il vantaggio rossoblu: ripartenza fulminea del Crotone, Benali dal lato destro mette in mezzo per Molina, che sfrutta una smagliatura difensiva del Chievo e di prima manda nell’angolino basso.

I veneti continuano a giocare una partita attenta e organizzata, ma il gol rinvigorisce un Crotone che, negli ultimi dieci minuti sfiora per ben due volte il raddoppio con Zanellato. Dalla sua, il Chievo è abbastanza pimpante ma rivela tutte le sue imprecisioni in fase di costruzione.

SECONDO TEMPO

La ripresa prosegue sulla stessa scia della prima frazione, con i clivensi che gestiscono a larghi tratti il possesso palla a dispetto di un Crotone votato prettamente alla difesa. Il match si concentra prevalentemente nella metà campo, con entrambe le retroguardie molto attente a non concedere spazi.

Al 52′, Cuomo si rende pericoloso con un colpo di testa che esce di pochi centimetri, mentre un quarto d’ora dopo è Ceter a sfiorare clamorosamente il pari a tu per tu con Cordaz. Aglietti dà fondo ai cinque cambi e, nel finale, incita i suoi a sostenere la manovra offensiva.

Gli sforzi clivensi sono ripagati al minuto 89, quando Ceter raccoglie un cross perfetto dalla sinistra di Renzetti e vince il duello aereo con Molina schiacciando il pallone in porta. E’ l’ultimo sussulto della gara. Emblematica la reazione impassibile di Stroppa a fine gara: ai pitagorici serve più cattiveria.

Redazione Calabria 7

 

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Rinvenute armi e munizioni, due denunce nel Crotonese

Mirko

Coronavirus in Calabria, 318 nuovi casi e 6 morti nelle ultime 24 ore

Giovanni Bevacqua

Aziende crotonesi danneggiate da urgano, esito TAR Lazio

Mirko
Click to Hide Advanced Floating Content