Calabria7

Serie B, Crotone a Perugia in cerca del riscatto

di Antonio Battaglia – Non è forte chi non cade, ma chi, cadendo, ha la forza di rialzarsi. Lo ha già dimostrato tante volte, dovrà farlo ancor di più in questa delicata fase del campionato: parliamo del Crotone, chiamato ad archiviare il bruciante pari interno contro il Chievo.

In uno “Scida” sconsolatamente vuoto, gli Squali hanno faticato ad esprimere quel calcio spumeggiante con cui si erano contraddistinti nei mesi scorsi, accusando spesso la pressione forsennata degli avversari e peccando in diversi frangenti di superficialità. Specie in fase offensiva, come dimostrano le tre nitide azioni da gol non sfruttate a dovere col cinismo di una volta.

Ma tant’è. Il pari, in fin dei conti, è il risultato più giusto per un Crotone che, in attesa di recuperare lo smalto dei giorni migliori, riesce a mantenere le distanze dal terzo posto, in virtù del clamoroso pari del Frosinone a Trapani. Il calendario propone due ostiche trasferte di fila contro Perugia e Ascoli e, a seguire, il big match contro il Benevento dei record: un filotto di partite, concentrato in sette giorni, che la dirà lunga sulle reali ambizioni degli Squali.

PRIMO STEP A PERUGIA

La prima prova del nove, utile per verificare l’effettivo stato di forma dei ragazzi in maglia rossoblu, avverrà dunque domani alle ore 21, nel teatro del “Curi”. Avversario di turno il Perugia di Cosmi, rinvigorito da una vittoria che mancava da più di cento giorni. Tre punti, quelli raccolti contro l’Ascoli, utili per allontanarsi dalla zona playout, anche se gli obiettivi di inizio stagione erano ben differenti. L’arrivo di Cosmi al posto di Oddo non è bastato per invertire la rotta, ma il Grifo proverà a cavalcare l’onda dell’entusiasmo per risalire velocemente la classifica. D’altronde, la qualità nell’organico costruito da Santopadre non manca affatto.

Sarà una gara estremamente delicata, una vera e propria partita a scacchi tra due compagini che fanno del 3-5-2 un autentico credo tattico. I Vrenna boys, dalla loro, dovranno giocare una partita attenta, evitando di calare nell’intensità di gioco per cercare di fare fronte ad una squadra che sa stare bene in campo. A supporto del (necessario) successo pitagorico ci sono l’altalenante rendimento casalingo del Perugia e il rientro di Messias, pedina essenziale nello scacchiere di Stroppa. La Serie A passa da un percorso di consolidamento e continuità, elementi indispensabili per un Crotone che non può permettersi passi falsi.

Andiamo alle probabili formazioni. Davanti a Cordaz, spazio al trio difensivo Curado-Marrone-Golemic. A centrocampo, Gerbo e Molina assisteranno la mediana composta da Benali, Messias e Zanellato, mentre in avanti è atteso il tandem offensivo Armenteros-Simy.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Welfare, via libera al piano sociale regionale 2020-2022

bruno mirante

Squillace, al via il “X Trofeo Simone Carabetta”

Mirko

Catanzaro non è in Italia? Gaffe Sampdoria sui social

Mirko
Click to Hide Advanced Floating Content