Calabria7

Serie B, il Cosenza si fa rimontare dal Lecce e interrompe la striscia positiva

lecce-cosenza

di Antonio Battaglia – Una buona gara fino al 77′, poi un rigore molto dubbio e il definitivo ko. Il Cosenza si fa rimontare dal Lecce e torna alla sconfitta dopo ben sei risultati utili consecutivi. 3-1 il risultato finale di un match dalle due facce, con i Lupi bravi a tenere il campo fino all’improvviso vantaggio giallorosso siglato da Coda. Resta la discreta prestazione di resistenza su uno dei terreni più ostici dell’intera categoria, ma anche la necessità di correggere alcune sviste in difesa e la consapevolezza di dover recuperare subito i punti persi per evitare di affondare in classifica.

Primo tempo

La gara entra nel vivo dopo soli 15 secondi, quando Hjulmand esplode il destro dai 25 metri facendo tremare la traversa. Il Lecce si rende ancora pericoloso due minuti dopo, quando Bjorkengren non riesce a imprimere forza al suo colpo di testa. Il Cosenza si fa vivo al 7’ con una girata di testa di Gliozzi, che qualche secondo dopo firma l’1-0: cross tagliato di Petrucci dalla trequarti, l’attaccante di Siderno schiaccia bene il pallone e infila in porta.

Nemmeno il tempo di esultare, che il Lecce trova subito il pari:  l’arbitro ravvisa un fallo di legittimo in area su Rodriguez e comanda il penalty, poi realizzato da Coda. Il Lecce manovra dal basso e imposta un giro palla prolungato, chiudendo le linee di passaggio al Cosenza che resta in pressing alto. I Lupi contengono bene le iniziative degli avversari e il match vive una fase di stanca, con le due squadre che si limitano a produrre azioni poco velleitarie. 

Secondo tempo

Il primo squillo della ripresa arriva al 48′, con uno stacco di testa di Petrucci che chiama Gabriel all’intervento. Il Lecce si dilunga nel possesso palla e prova qualche cross in area, ma è costretto a sbattere su un Cosenza bravo a chiudere tutti gli spazi. Al 54′ è Majer a rendersi pericoloso con una potente conclusione rasoterra che obbliga Falcone alla respinta.

I giallorossi aumentano i giri del motore e al minuto 59 sfiorano il vantaggio con Coda che, dopo un gran tacco di Rodriguez, stoppa e tira sul primo palo trovando l’intervento provvidenziale di Ingrosso. Corini manda in campo Pettinari e Mancosu, il collega rossoblù risponde con gli ingressi di Carretta e Bahlouli. I giallorossi continuano a dilungarsi nel possesso palla, mentre i rossoblù si difendono con ordine. Al minuto 77, ecco la svolta: l’arbitro ravvisa un fallo dubbio di Sciaudone su Mancosu e comanda il penalty, poi realizzato dal numero 8 giallorosso.

Nuova girandola di cambi: tra le file del Lecce entra Pisacane, Occhiuzzi manda in campo Ba e Sueva. Il Lecce continua ad aggredire con cattiveria e all’85’ chiude la partita: calcio di punizione di Mancosu, sponda di Maggio e Meccariello in tuffo deposita in rete. E’ la mazzata definitiva alle ambizioni dei Lupi, che non riescono a reagire e tornano in terra bruzia con un ko.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Convenzione Quadro tra Unical e Ordine Ingegneri Provincia Catanzaro

manfredi

Comune di Tarsia, prima casa donata per 1 euro nel centro storico

Carmen Mirarchi

Coronavirus, primo morto in carcere a Bologna. Attenzione massima anche in Calabria

Danilo Colacino
Click to Hide Advanced Floating Content