Calabria7

Serie B, il Cosenza vince e tiene accese le speranze di salvezza

di Antonio Battaglia – Vittoria doveva essere e vittoria è stata. Il Cosenza riesce a piegare la resistenza del Perugia al “Marulla” per 2-1 e conquista tre punti essenziali nella rincorsa ai playout.

I Lupi ammirati quest’oggi si sono resi protagonisti di un buon match, pur concedendo qualcosa agli avversari e peccando talvolta di imprecisione in fase offensiva. Una prova caratteriale abbastanza convincente, a dispetto di un Perugia arrivato al “Marulla” con buone ambizioni ma poco mordente.

In attesa degli altri risultati, il Cosenza mantiene vive le speranze di agganciare la zona playout. E, dopo un weekend di contestazioni, la squadra di Occhiuzzi può ora guardare al futuro con un pizzico di ottimismo in più.

PRIMO TEMPO

Nei primi minuti il Perugia prova a fare la partita tenendo il possesso, ma trova un Cosenza ben disposto in campo con baricentro alto. La partita non regala sussulti fino al minuto 11, quando arriva il vantaggio rossoblu: calcio d’angolo di Baez, colpo di testa di Capela e pallone per Bruccini, che approfitta di una disattenzione difensiva per insaccare con un tap-in.

Il Cosenza cavalca l’onda dell’entusiasmo e, tre minuti dopo, va vicino al 2-0 con una conclusione di Bruccini che termina di poco a lato. Gli umbri provano timidamente a reagire, ma i difensori silani si dispongono in maniera molto ordinata. Al 33’, prima chance biancorossa: conclusione di Nicolussi dal limite, pallone arpionato da Iemmello e rimesso dentro per Melchiorri, che non riesce a battere in rete.

Due minuti dopo, ancora pericolosa la squadra di Cosmi: pallone di Nicolussi Caviglia in verticale per Iemmello, che anticipa il portiere in uscita ma non riesce a deviare in porta. Partita abbastanza bloccata, con le due formazioni molto attente in fase difensiva. Al minuto 43, brivido silano: gran palla di Riviere per Asencio, che piazza un tiro a giro dal limite fuori di poco.

SECONDO TEMPO

Nella ripresa, il Cosenza dà vita alle prime pericolose ripartenze, ma il primo sussulto lo crea il Perugia al minuto 56: traversone dalla sinistra, Bittante allontana male e il pallone finisce sui piedi di Kouan, che conclude di prima intenzione sfiorando il legno della porta.

Da questo. momento in poi, il Perugia prende coraggio e prepara un disperato forcing nella metà campo avversaria, ma i Lupi tengono duro e ad un quarto d’ora dalla fine raddoppiano le distanze: Baez parte da metà campo, supera in velocità Gyomber e Falasco e trafigge Vicario in uscita.

La gioia a tinte rossoblu, tuttavia, dura molto poco: al 78′ Falcinelli raccoglie il pallone dalla bandierina e stacca di testa mandando alle spalle di Saracco. Tutto sommato buona la reazione del team allenato da Occhiuzzi, che all’85’ sfiora il tris con una conclusione in diagonale di Casasola terminata fuori di poco.

Nel finale succede di tutto. Al 94′, Capela salva sulla linea una bella rovesciata di Bonaiuto, mentre sul ribaltamento di fronte Asencio si divora il gol del 3-1 a tu per tu con Vicario.

Redazione Calabria 7

 

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Inchieste Rsa, 22 i morti in Calabria: indagano due procure

Andrea Marino

Scontro tra due auto sulla SS 106, diversi feriti: alcuni in condizioni gravi

Matteo Brancati

A Cosenza “Cambiamento Climatico: Ultima Frontiera”

manfredi
Click to Hide Advanced Floating Content