Calabria7

Serie B, pesante successo del Cosenza in chiave salvezza

di Antonio Battaglia – Un match da sogno, se paragonato allo scempio visto fino a marzo. Il Cosenza batte 2-1 la Virtus Entella, ma non è solo questa la notizia. E non lo è nemmeno un’insolita vittoria tra le mura amiche.

Finalmente, oseremmo dire, la squadra silana ha sfoderato una imponente prestazione di sacrificio, ordine e sagacia tattica. Con una disarmante dose di cinismo, dote che quasi mai si era vista in questo campionato.

A farne le spese è una Virtus Entella che più volte ha messo a dura prova la resistenza dei Lupi senza, però, intaccarne un’integrità saggiamente plasmata dal “nuovo” mister Occhiuzzi. Con questo pesante successo, i rossoblu staccano il Trapani e accorciano sulla zona playout, attualmente distante 5 punti. E se il buongiorno si vede dal mattino…

PRIMO TEMPO

Inizio match abbastanza compassato per il Cosenza, che accusa evidentemente una scarsa condizione fisica dopo tre mesi di stop. Dall’altra parte, gli ospiti liguri sembrano più in palla e creano diversi grattacapi dalle parti di Perina.

All’8’, Mazzitelli si coordina in area e prova a calciare al volo, trovando tuttavia la pronta respinta di D’Orazio. Il match prova a decollare, ma non regala particolari sussulti: l’Entella attende e riparte, diventando molto pericoloso in contropiede, mentre i Lupi silani faticano a palleggiare con continuità.

Al 25’, grande occasione per il Cosenza: progressione di Baez sulla corsia sinistra, pallone in mezzo per Riviere ma Dezi salva tutto e manda in angolo. La svolta arriva alla mezz’ora, qualche secondo dopo il cooling break: il Cosenza manovra in avanti, Carretta alza un bel pallone per Bruccini, che in controbalzo dal limite insacca alle spalle di Contini.

La Virtus Entella prova timidamente a reagire, ma i Lupi sembrano acquisire progressivamente fiducia e dopo cinque minuti raddoppiano: Casasola serve sul lato sinistro Carretta, che si invola verso la porta e in diagonale segna il raddoppio dando una decisa spallata al match. E’ il colpo che uccide i tentativi di ripresa degli ospiti liguri, che tentano di accorciare le distanze con un pericoloso colpo di testa di Mazzitelli al minuto 41.

SECONDO TEMPO

Nella ripresa sembra andare in scena un altro copione rispetto al finale di primo tempo, con i liguri che gestiscono il possesso palla di fronte ad un Cosenza votato prettamente alla difesa. Al 56’, Morra spreca clamorosamente un’ottima chance da pochi metri, mentre due minuti dopo è Paolucci a fare i conti con un intervento felino di Perina.

L’Entella alza il baricentro, ma è costretto a sbattere su un Cosenza che comincia ad affacciarsi con convinzione dalle parti di Borra (subentrato a Contini dopo l’intervallo). La squadra ospite si sgonfia progressivamente, perdendo quella lucidità che l’aveva contraddistinta ad inizio ripresa, e consente ai padroni di casa di costruire qualche azione offensiva degna di nota.

Al minuto 63, Rivière va ad un passo del 3-0 con un pallonetto che viene intercettato sulla linea, mentre dieci minuti dopo Baez si vede ribattere un’ottima conclusione dal portiere avversario. Nel finale, i liguri provano il forcing disperato ma sono costretti a sbattere sull’indistruttibile muro rossoblu. La rete nel finale del difensore goleador Poli, sugli sviluppi di un calcio piazzato, è inutile nell’economia del match. Il Cosenza torna a vincere, finalmente, con vero spirito di squadra.

Redazione Calabria 7

 

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Si cappotta con la macchina e finisce in un canale, miracolosamente illeso il conducente

manfredi

Imprenditore morto su Statale 106, donna a giudizio per omicidio stradale

manfredi

Coronavirus: Castrolibero “blindata”, lo ha disposto il sindaco Greco

Matteo Brancati
Click to Hide Advanced Floating Content