Calabria7

Serie B, sentimenti opposti per le calabresi: il commento (VIDEO)

di Antonio Battaglia – Ci voleva una scossa, quell’iniezione di fiducia necessaria per una generale presa di coscienza: i presupposti per fare bene ci sono tutti, serviva insomma solo la vittoria. Detto, fatto: l’era Pillon inizia con uno spumeggiante 0-3 in quel di Livorno. Un banco di prova abbastanza abbordabile, vista la posizione di classifica e la mediocre qualità degli amaranto, ma poco importa.

Eccezion fatta per qualche svarione difensivo nella prima mezzora, la squadra silana ha disputato una partita eccezionale. Pillon avrà parecchio da lavorare sulla tenuta mentale dei giocatori, apparsi più superficiali nella ripresa, ma può vantare un grande traguardo: aver azzerato il difensivismo esasperato di Braglia.

Chiara identità tattica, spirito offensivo e voglia di vincere: il nuovo allenatore ha già infuso con successo il suo credo nello spogliatoio. E’ la vittoria di un gruppo finalmente coraggioso, ma non basta. Se è vero che una rondine non fa primavera, allora servirà la continuità giusta per inseguire il sogno salvezza. In caso contrario, il successo di Livorno rimarrà un unicum senza molto senso.

A dirla tutta, questa vittoria non cancella nemmeno la debole struttura societaria del Cosenza, ma questo è un altro discorso. Fronte Crotone, c’è tanta amarezza. Inutile sorvolare sulla grave sterilità di un attacco che continua inesorabilmente a sprecare numerose occasioni da gol.

Sbagliare è umano, perseverare è diabolico: ebbene, la sconfitta a Castellammare è l’ennesimo campanello d’allarme. Nulla da eccepire su una prestazione intensa, ma ci sarà bisogno di correggere il tiro sin da subito. Anche in difesa, altro reparto che scricchiola con ben 30 reti subite. Continua, inoltre, a sorprendere la rigidità tattica di Stroppa, pressoché restio ad adeguarsi all’avversario durante la gara.

Tre sconfitte nelle ultime quattro gare rappresenta un bottino troppo magro per aspirare al secondo posto. Senza continuità, vista la classifica tristemente corta, sarà difficile anche mantenere un buon piazzamento play-off.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Consorzio Bonifica Tirreno Cosentino di Scalea: si affermano liste Coldiretti

Carmen Mirarchi

Tutto GialloRosso – 11 Febbraio 2019 – Rivedi la puntata

Maurizio Santoro

Raffa: serie A e A2, esordio complicato per Città di Rende e Catanzarese

manfredi
Click to Hide Advanced Floating Content