Calabria7

Serie C, un golazo di Carlini piega il Foggia e regala tre punti d’oro al Catanzaro

catanzaro-foggia

di Antonio Battaglia – Tre punti d’oro per la classifica, per il morale, per un percorso lento ma costante che sta già regalando enormi soddisfazioni. Il Catanzaro supera con merito l’esame Foggia e vince con il risultato di 2-1. Altra prova di forza dei ragazzi in maglia giallorossa, capaci di resistere stoicamente fino all’ultimo istante al cospetto di un Foggia mai domo. Prima frazione molto combattuta, con il Catanzaro che ha però dominato sul piano del gioco per oltre mezz’ora sprecando innumerevoli occasioni. Il copione è cambiato nei primi venticinque minuti della ripresa, con gli ospiti maggiormente determinati alla ricerca del vantaggio. La rete (bellissima) di Carlini ha scompigliato le carte in tavola, consentendo alle Aquile di gestire in maniera più agevole il finale di una partita che suona come ulteriore conferma delle enormi potenzialità in casa giallorossa.

Formazioni e scelte tattiche

Calabro opta per Riccardi al posto dell’assente Martinelli, mentre a centrocampo Baldassin vince la concorrenza con Carlini. Attacco stravolto: Di Piazza-Evacuo è la nuova coppia offensiva al posto dei probabili della vigilia Curiale e Di Massimo. Per il Foggia invece, mister Marchionni stravolge l’undici rispetto alle attese: confermato Fumagalli in porta, mentre si opta per Ndiaye e Garofalo a centrocampo. Attacco di peso con Curcio, Dell’Agnello e D’andrea.

Primo tempo

A inizio match il Catanzaro si rende propositivo e determinato a macinare gioco nella metà campo avversaria. Il primo squillo arriva al minuto 5: cross in mezzo di Contessa dal versante sinistro, pallone per Di Piazza che di testa non riesce a centrare lo specchio. Lo stesso numero 9 crea un altro brivido poco dopo. Tutto nasce da una sfortunata scivolata di Germinio: Di Piazza si trova a campo aperto, vola verso l’area di rigore e dribbla il portiere, ma conclude altissimo sopra la traversa. E’ solo il preludio del vantaggio giallorosso: pallone in profondità di Contessa per Evacuo, che sfodera una potente conclusione dritta all’angolino destro. Il Catanzaro controlla il match e spinge sulle corsie laterali, a dispetto di un Foggia quasi incapace di reagire. I rossoneri, tuttavia, reagiscono al minuto 26: Dell’Agnello suggerisce per Curcio, che dal limite dell’area non colpisce bene e scaraventa il pallone sul fondo.

Alla mezzora grossa chance per le Aquile: pallone in mezzo dall’out sinistro per Evacuo, che in tuffo non trova per poco l’angolino alto. Un minuto dopo, tuttavia, ascolta negativa per i giallorossi: l’arbitro ravvisa un fallo di Branduani su Curcio e comanda il penalty, poi realizzato dallo stesso numero 10 rossonero. Gli ospiti chiudono la prima frazione in avanti, ma Di Piazza si divora la chance del vantaggio: un Contessa in grande spolvero mette in mezzo, il pallone finisce sui piedi di Di Piazza che a botta sicura colpisce il palo sinistro.

Secondo tempo

Nella ripresa cambia leggermente il copione, con il Foggia che parte forte e obbliga il Catanzaro a rintanarsi nella propria metà campo. Calabro inserisce subito forze fresche con gli ingressi di Carlini e Di Piazza rispettivamente al posto di Verna e Curiale. Il match vive di pochi sussulti fino al minuto 64, quando Branduani è costretto a bloccare in due tempi una bella conclusione di D’Agnello. Il Foggia gestisce il possesso palla e crea diversi pericoli sulla fascia sinistra, ma i padroni di casa tengono botta e acquisiscono pian piano coraggio.

Al 72’ doppia chance per i ragazzi di Calabro: prima Di Massimo e poi Casoli concludono verso lo specchio ma trovano la pronta reazione di Fumagalli che riesce a mandare in corner. E’ solo il preludio del vantaggio giallorosso: cross in mezzo di Fazio dall’out di destra, pallone per Carlini che con una splendida acrobazia spedisce al volo in porta. Il match si complica ulteriormente per il Foggia al minuto 77, quando il direttore di gara manda anzitempo negli spogliatoi il difensore Anelli. Il Catanzaro continua a insistere sull’onda dell’entusiasmo e spreca clamorosamente il 3-1 con una conclusione in diagonale di Di Massimo che lambisce il secondo palo. Altra chance pochi minuti già tardi, con un tocco sotto di Curiale che finisce fuori.

Il Foggia è quasi incapace di reagire e lascia pieno potere ai padroni di casa, che continuano a divorare ottime chances. Al minuto 88 Curiale va vicinissimo al gol, mentre due minuti dopo Branduani è costretto all’intervento felino su un tiro potente di Gentile. Il Catanzaro resiste stoicamente e porta a casa tre punti importantissimi.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Scuola: celebrata a Lamezia Terme la giornata regionale

Matteo Brancati

Ospedale di Soverato, protesta addetti alle pulizie (SERVIZIO TV)

Matteo Brancati

Catanzaro, si accendono le luci sull’Ente Fiera

Giovanni Bevacqua
Click to Hide Advanced Floating Content