Sesso fuori dal matrimonio punibile col carcere, pronto nuovo Codice penale in Indonesia

Il viceministro della giustizia ha affermato che la versione finale della bozza garantirebbe norme comuni per tutti senza rappresentare una minaccia per le libertà democratiche
Rapporto sessuale

L’Indonesia ha pronto un nuovo Codice penale, che dovrà essere appriovato a breve dal Parlamento, nel quale chi farà sesso fuori dal matrimonio verrà punito con una pena fino a un anno di carcere. La revisione legislativa – come riporta FanPage – vieterà anche di esprimere opinioni contrarie all’ideologia dello Stato indonesiano e punirà legalmente anche la convivenza prima del matrimonio. Tra gli altri divieti quello di insultare il presidente o le istituzioni statali. Il tutto è confermato dal viceministro della Giustizia indonesiano, Edward Omar Sharif Hiariej. “Siamo orgogliosi di avere un codice penale in linea con i valori indonesiani“. Bambang Wuryanto, uno dei legislatore-firmatari del pacchetto di norme, ha confermato che il nuovo codice potrebbe essere approvato già la prossima settimana.

La bozza

La bozza

La bozza ha il sostegno di alcuni gruppi islamici in un Paese in cui il conservatorismo è in aumento, mentre gli oppositori sostengono che le leggi in approvazione andranno a invertire le riforme liberali varate dopo la caduta nel 1998 del leader autoritario Suharto. Una precedente bozza del codice doveva essere approvata nel 2019, ma ha suscitato proteste a livello nazionale. Decine di migliaia di persone erano scese in strada per manifestare per difendere i diritti civili, in particolare contro quella serie di leggi con le quali il governo intende limitare la libertà di parola e indicare quale debba essere la giusta moralità dei cittadini.

Dopo quegli episodi – secondo le persone coinvolte nella riforma – qualcosa è stata modificata, e negli ultimi mesi il governo ha tenuto consultazioni pubbliche in tutto il paese per fornire informazioni sui cambiamenti. E’ stata, ad esempio, inserita una disposizone che potrebbe consentire la commutazione della pena di morte in ergastolo dopo 10 anni di buona condotta. La criminalizzazione dell’aborto, con l’eccezione delle vittime di stupro, e la reclusione per “magia nera”, rimangono nel codice.

“Una battuta d’arresto”

Secondo l’ultima bozza datata 24 novembre – scrive Il Messaggero -, il sesso al di fuori del matrimonio, che può essere denunciato solo da soggetti limitati come i parenti stretti, comporta una pena detentiva massima di un anno. Insultare il presidente, un’accusa che può essere denunciata solo dal presidente, prevede un massimo di tre anni.  L’Indonesia, che è la nazione a maggioranza musulmana più popolosa al mondo, ha centinaia di regolamenti a livello locale che discriminano le donne, le minoranze religiose e le persone Lgbtq+.

L’approvazione di questo nuovo codice sarebbe una “enorme battuta d’arresto per la democrazia indonesiana”, ha spiegato Andreas Harsono di Human rights watch. Il viceministro della giustizia ha respinto le critiche, affermando che la versione finale della bozza garantirebbe norme comuni per tutti e imporrebbe alle autorità regionali di aderire alla legislazione nazionale, non rappresentando, quindi, una minaccia per le libertà democratiche. La versione rivista del codice penale è la prima a essere discussa da quando l’Indonesia ha dichiarato la sua indipendenza dagli olandesi nel 1945.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Si tratta di due migranti di circa 30 anni, accusati di reati contro il patrimonio e la persona
Ceraso: “Oggi la mia gente ha dimostrato di non avere paura, sono orgoglioso di essere il loro sindaco”
Per ricostruire la dinamica dell'incidente sono intervenuti i carabinieri e gli ispettori dell'azienda sanitaria locale
Il racconto di un uomo di 56 anni sopravvissuto perché ha ricevuto microbiota fecale e fegato
La decisione del preside dell'Istituto Munari di Crema fa discutere ed è diventata un caso politico
Entrambi sarebbero in attesa di primo giudizio. A vigilare sui cortili della prigione c'era un solo agente
La strada è stata provvisoriamente chiusa al traffico. Il personale di Anas è sul posto per la gestione della viabilità
Un’opera rock di assoluto valore artistico, storico e culturale, che ci riporta al popolo dei Bretti e al mito di Donna Brettia
Edison Malaj è deceduto schiacciato da una lastra di cemento mentre lavorava nel piazzale delle ex cantine sociali di Frascineto
Al "Ceravolo" una partita equilibrata con brivido finale per i giallorossi, che salgono a 39 punti
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved