Sette sataniche e settarismo pseudo religioso, il libro scritto dall’avvocato Piccinini tra cybercrimes e falsi mistici

Il testo pone l’accento sui processi di alterazione mentale che le sette esercitano attraverso il web e l'importante ruolo della prevenzione

“Sette sataniche e settarismo pseudoreligoso. Crime scene do not Cross”, il libero scritto dall’avvocato Paolo Piccinini del foro di Catanzaro, nasce dalla volontà di offrire un prodotto culturale per analizzare “il fenomeno del satanismo” con particolare riferimento a quello pseudo religioso, ponendo l’accento ai processi di alterazione mentale che le sette esercitano attraverso il web e di come questa problematicità abbia trovato una larga espansione soprattutto durante il periodo della Pandemia. “La facilitazione delle reti digitali e del computer rappresentano lo strumento più idoneo per la creazione di vere e proprie organizzazioni settarie di natura chiaramente illegale, ecco perché si è parlato tra l’altro di “cybercrimes”. Si è cercato di approfondire meglio l’assunto- afferma l’autore- di come provenire il fenomeno settario sul web ossia di determinare quali siano le risposte che la società può dare per prevenirlo attraverso l’informazione nelle scuole, i mass-media, le associazioni”. Ma perché scegliere proprio questa tematica? “Per sensibilizzare ad una problematica molto seria e grave da tanti punti di vista, da quello psicologico a quello criminologico a quello legale anche al fine di mettere in guardia un po’ tutti e far capire la pericolosità di questo ‘misterioso’ mondo delle sette e del lato oscuro che si nasconde dietro il cosiddetto falso ‘buonismo’ dei ‘guru settari’ e del loro potere manipolativo soprattutto nei confronti delle persone fragili”.

I falsi mistici, gli inganni e l’importanza della prevenzione

I falsi mistici, gli inganni e l’importanza della prevenzione

A spingere l’avvocato Piccinini a scrivere il testo “la ricerca del ‘male’ e delle sue conseguenze di natura criminologica e quella legale, prendendo come spunto alcuni spunti da gravi fatti di cronaca nera: per esempio il caso delle bestie di satana di Busto Arsizio, il delitto di Chiavenna con la povera Suor Laura Mainetti – che la Chiesa ha proclamato Beata – il delitto di Manfredonia dove anche in quel caso le ragazze sostenevano di essere possedute dal demonio; oppure al caso del “falso mistico” Paolo Catanzaro da Brindisi, che in una maniera a dir poco sconvolgente, è riuscito con l’inganno a costruire una pseudo Chiesa nella Chiesa Apostolica e Romana, sostenendo di avere non solo le stimmate ma anche le visioni della Madonna, ed è riuscito a manipolare quasi una intera regione, la Puglia oltre alla sua città natale Brindisi, coinvolgendo persone sia altolocate che fragili, per poi scoprire che dal ritorno dalla Thailandia il falso mistico è diventato poi Sveva Cardinale. Questi sono solo alcuni esempi di un lato oscuro che ha lasciato il segno nelle pagine di cronaca nera”.

Ma quando si parla del “male”, spiega l’autore del libro “basta fare un passo indietro nella storia criminale per scoprire che molto spesso la stessa logia umana non può spiegare la crudeltà che si nasconde dietro i cosiddetti serial killer ed anche qui la casistica è impressionante: dai serial killer statunitensi  Ed Gein il mostro di La Crosse e Plainfield nello Stato del Wisconsis, Ted Bundy, autore di almeno trenta omicidi di giovani donne tra il 1974 e il 1978, John Gacy,  soprannominato il “Killer Clown”, ha rapito, torturato, sodomizzato e ucciso 33 vittime, tutte adolescenti e di sesso maschile, 29 delle quali seppellite sotto la sua abitazione o ammassate in cantina (una nelle fondamenta del barbecue in giardino), dal 1972 fino alla sua cattura avvenuta nel 1978, Jeffrey Dahmer , conosciuto come il cannibale di Milwaukee (Milwaukee Cannibal) o il mostro di Milwaukee (Milwaukee Monster), fu responsabile di diciassette omicidi effettuati tra il 1978 e il 1991 con metodi particolarmente cruenti (contemplando atti di violenza sessuale, necrofilia, cannibalismo e squartamento) per arrivare a casa nostra con il ‘famoso’ Mostro di Firenze, penso alla povera Serena Mollicone, Simonetta Cesaroni, o addirittura a Elisa Claps, sono questi la sola punta dell’ iceberg del lato oscuro del “male”; ed è stato questo che è, anche, emerso all’importante terzo Convegno di Criminologia Clinica a Firenze lo scorso 27 aprile ed attraverso il confronto tra noi esperti e i partecipanti è emerso l’importanza del ‘ruolo della prevenzione’ soprattutto con i giovani oggi più che mai urgente ed importante per evitare le tragedie che purtroppo occupano le pagine della cronaca nera italiana”.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Confermato l'ordinanza di custodia cautelare nei confronti di Francesco Putortì, indagato per omicidio e tentato omicidio
L'appuntamento è per domenica 16 giugno e al centro dell'iniziativa ci sarà la terza età. Il titolo è già tutto un programma: "Siamo tutti anziani"
Secondo quanto raccontato da "Basta vittime sulla statale 106": il conducente della vettura sbalzato fuori dall'abitacolo e incastrato nel guardrail
Ci sono anche due deputati calabresi tra i parlamentari sanzionati dall'ufficio di presidenza della Camera dei deputati
Soddisfazione da parte del presidente di Coldiretti Calabria Franco Aceto: "Ma non basta, la mobilitazione continua"
l'inviato
Centinaia di chilometri di arenile ubicati a ridosso della statale 18 invasi da erbacce, rifiuti e liquami fognari
L'Intervista
Il testo licenziato dal Senato - spiega il governatore della Calabria al Corriere della Sera - è un buon testo, ma deve essere migliorato”
I messaggi social con la firma delle “Brigate Rosse” diretti a due cosiddetti "diarchi fascisti": "Siete condannati a morte"
La Cgil incalza di fronte all'ennesimo episodio "Bisogna prendere provvedimenti drastici e urgenti affinché i colleghi vengano tutelati"
Accolte le istanze dei difensori del 31enne, di Spadola. Il Tribunale di Messina ha ritenuto inammissibile la richiesta della Dda
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved