Si allarga la grande famiglia dell’Avis in provincia di Vibo: aperta una nuova sede a Cessaniti

Sabato scorso la partecipata assemblea costitutiva nell’aula magna dell’istituto comprensivo
avis vibo

La grande famiglia Avis di Vibo si allarga con la nuova sede comunale a Cessaniti, sancita durante la partecipata assemblea costitutiva di sabato scorso presso l’aula magna dell’istituto comprensivo: la diciassettesima che, accolta nel vecchio presidio di guardia medica, è stata promossa da Francesco Mazzeo. La procedura ha previsto l’istituzione dell’ufficio di presidenza, costituito dalla presidente e dal segretario provinciale, Caterina Forelli (coordinatrice e moderatrice dell’iniziativa) e Nando Cirucci mentre del comitato elettorale hanno fatto parte Giuseppe Cafaro, presidente, Francesca Lucifero e Giuseppe Marco (votati all’unanimità per alzata di mano come per tutte il resto). Sette i membri del direttivo: Francesco Mazzeo; Enrico Sorrentino; Laura Natale; Nicola Pugliese; Federica Francolino; Michele Malara; Rosa Mazzeo. Tra loro sarà definito l’esecutivo: presidente, vice, tesoriere e segretario. Revisore unico dei conti sarà Matteo Nicola Letterio.

Tanti gli interventi, tutti ad augurare un proficuo lavoro, a rimarcare l’importanza della comunicazione del dono (nelle scuole, nelle piazze e ovunque sia), a sottolineare una sanità che “non funziona a dovere” e a evidenziare l’importanza della donazione, sia per chi dona che, grazie alle analisi, tiene sotto controllo la propria salute (contro Epatite B/C, Sifilide, Hiv, Diabete, Colesterolo), sia, soprattutto, per chi riceve che, a causa di varie patologie o incidenti, riceve un farmaco indispensabile alla vita che non si produce chimicamente, non si trova in farmacia e senza non si aprono le sale operatorie. Lo ha fatto la presidente Forelli, che, marcando l’importanza strategica dell’ubicazione, a pochi passi dalla costa, ha parlato di: “iniziativa che ci rende felici, perché quando apre una nuova sede comunale è una gioia”.

Tanti gli interventi, tutti ad augurare un proficuo lavoro, a rimarcare l’importanza della comunicazione del dono (nelle scuole, nelle piazze e ovunque sia), a sottolineare una sanità che “non funziona a dovere” e a evidenziare l’importanza della donazione, sia per chi dona che, grazie alle analisi, tiene sotto controllo la propria salute (contro Epatite B/C, Sifilide, Hiv, Diabete, Colesterolo), sia, soprattutto, per chi riceve che, a causa di varie patologie o incidenti, riceve un farmaco indispensabile alla vita che non si produce chimicamente, non si trova in farmacia e senza non si aprono le sale operatorie. Lo ha fatto la presidente Forelli, che, marcando l’importanza strategica dell’ubicazione, a pochi passi dalla costa, ha parlato di: “iniziativa che ci rende felici, perché quando apre una nuova sede comunale è una gioia”.

Una piccola realtà che si mette in gioco

Pino Conocchiella, presidente forum terzo settore e vice presidente nazionale Aido, ha definito “meravigliosa” l’iniziativa di “una piccola realtà che si mette in gioco, ed è come una rosa che fiorisce in pieno inverno”. Francesco Mazzeo ha ricostruito le fasi della costituzione, iniziata nel 2019, ponendo l’accento sull’importanza di fare rete, tra le associazioni e con i centri limitrofi.

Ha portato i saluti del presidente regionale, Franco Rizzuti, il vice vicario Nicodemo Napoli, che ha dato il “benvenuto nella grande famiglia Avis” ai componenti la nuova sede ed evidenziato come il sangue sia insostituibile, anche per ottenere tanti farmaci salvavita. Nando Cirucci ha invitato medici e infermieri a fare il corso di formazione per poter partecipare alle donazioni, che spesso saltano per mancanza di personale. Per la nuova sede già programmate 4 donazioni. Per i donatori il monito di Caterina Forelli: “Sii tu l’artefice del cambiamento che vuoi per il mondo”. Alias: dona e non aspettare che lo facciano gli altri per te.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
La 20enne era stata rapita dal padre e non riusciva a tornare in Italia, a casa della mamma, per le vie legali
L’ateneo di Reggio Calabria ha potenziato l’offerta formativa per il prossimo anno accademico 2024/2025 con le nuove triennali
La vicenda giudiziaria ha avuto inizio nel 2011. Gli inquirenti contestarono una lunga serie di abusi edilizi, realizzati a partire dal 1979
Antonio Decaro ha partecipato ad un incontro in Calabria con il senatore Nicola Irto, l'arcivescovo Giovanni Checchinnato e il sindaco Caruso
In programma numerosi appuntamenti durante due giorni, con maschere, sfilate e divertimento per i grandi e i piccoli
L'anno scorso le denunce di infortunio con esito letale sono state 1.041 in tutto il Paese, 49 in meno rispetto al 2022
L’iniziativa sarà aperta al pubblico e avrà lo scopo di valorizzare gli investimenti dell’amministrazione regionale nel settore turistico
Al convegno Fidapa ne discuteranno primari ospedalieri, ostetriche, docenti e avvocati all’istituto tecnico Malafarina di Soverato
La salma e la documentazione sanitaria sono state sequestrate per gli accertamenti. La verifiche medicolegali dovranno determinare le cause del decesso
Sul luogo carabinieri, polizia e polizia locale. Nessuna ipotesi è esclusa al momento, compresa quella di un gesto volontario
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved