Calabria7

Si rinnova la tradizionale festa di Maria Santissima del Monte Carmelo a Varapodio

Giornate di grande festa a Varapodio per la novena di Maria Santissima del Monte Carmelo, che ogni anno richiama fedeli da tutto il circondario e non solo. Moltissimi sono infatti i figli di Maria, regina del Monte Carmelo venerata in Varapodio, devoti sparsi in tutto il mondo e particolarmente in terra australiana. Don Gaudioso Mercuri, parroco delle cittadina varapodiese ha affermato che: 2Seppure è necessario mantenere atteggiamenti di massima prudenza e cautela, è contemporaneamente urgente ritornare alla normalità. Il ritorno alla normalità è un’esigenza che tutti abbiamo avvertito in questi mesi e avvertiamo tutt’ora. Tornare a una vita normale, non è solo un bisogno, ma un dovere. Lo dobbiamo a noi stessi, ma soprattutto ai nostri figli e nipoti, a cui non possiamo chiedere indefinitamente di fare enormi sacrifici. Ma il ritorno deve essere lento, graduale, intelligente, perché vi sia tutela per la salute di tutti,- è proprio questa prudenza che ha preservato la nostra comunità dal terribile contagio in tutti questi mesi- ha proseguito il Parroco”.

Gli appuntamenti

La preghiera di novena che si tiene tutte le sere alle 21:30 in piazza Santo Stefano, è cominciata il 6 luglio con il tradizionale “Segno” (accensione del fuoco in piazza) e il solenne pontificale officiato dall’arcivescovo di Matera, monsignor Giuseppe Caiazzo, apprezzatissimo da tutta la comunità di fedeli, e che ha voluto rimarcare l’importanza della appartenenza a Cristo, unico pastore. Domenica 11 luglio, sarà il vescovo diocesano, monsignor Milito a presiedere l’eucaristia durante la quale incontrerà i ragazzi e bambini che hanno ricevuto i sacramenti in quest’ultimo anno. Attesissimo il cardinale Mamberti, prefetto del supremo tribunale della Signatura Apostolica, e presidente della Corte di Cassazione dello Stato Città del Vaticano. Il porporato, sarà accolto in piazza Santo Stefano dalle autorità cittadine e dal popolo  alle 20,30 del 15 luglio, seguirà la “discesa della Madonna” e il solenne pontificale con l’imposizione dei nuovi scapolari alla statua della Madonna. La notte del 18 luglio dopo il concerto di Orietta Berti, la risalita della Madonna segnerà la fine dei festeggiamenti.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

“Obiettivo scuola in presenza al 100% a rischio”, la Fondazione Gimbe lancia l’allarme

Mirko

Incendio in una tendopoli nel Reggino, distrutte 20 baracche

Alessandro De Padova

“Basso Profilo”, Cirillo si difende dalle accuse davanti al gip

bruno mirante
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content