Si sperimentano le “stanze dell’amore” in carcere: spazi privati per gli incontri dei detenuti

Luoghi intimi in prefabbricati nel cortile dell'istituto di pena: i detenuti potranno risaldare i loro legami affettivi e sessuali con il partner
carcere usa

Spazi privati, in cui ritrovarsi lontano da occhi indiscreti per godere di qualche momento di intimità. A Padova, prima in Italia, verranno create nel carcere Due Palazzi delle apposite stanze in cui i detenuti potranno risaldare i loro legami affettivi e sessuali con il partner. La sperimentazione dovrebbe partire subito con la creazione di piccoli prefabbricati mobili, in pratica dei container, in un’area verde del cortile dell’istituto di pena.

“Sono 25 anni che attendevamo questa rivoluzione – commenta Ornella Favero, direttrice di Ristretti Orizzonti – e sembra finalmente arrivata”. Anche il direttore della struttura, in un incontro di qualche giorno fa, si sarebbe detto favorevole al progetto. A segnare il giro di boa è stata la sentenza numero 10 del 2024 della Corte Costituzionale che ha stabilito l’illegittimità del divieto di colloqui intimi tra detenuti e familiari. Oltre alle “stanze dell’amore”, al Due Palazzi di Padova si sta anche prendendo in considerazione anche la possibilità di ampliare le telefonate a disposizione dei detenuti.

“Sono 25 anni che attendevamo questa rivoluzione – commenta Ornella Favero, direttrice di Ristretti Orizzonti – e sembra finalmente arrivata”. Anche il direttore della struttura, in un incontro di qualche giorno fa, si sarebbe detto favorevole al progetto. A segnare il giro di boa è stata la sentenza numero 10 del 2024 della Corte Costituzionale che ha stabilito l’illegittimità del divieto di colloqui intimi tra detenuti e familiari. Oltre alle “stanze dell’amore”, al Due Palazzi di Padova si sta anche prendendo in considerazione anche la possibilità di ampliare le telefonate a disposizione dei detenuti.

Ostellari: “Non c’è l’autorizzazione”

“Non esiste alcuna autorizzazione specifica riguardante la Casa di Reclusione Due Palazzi di Padova o altro istituto in Italia a proposito delle cosiddette stanze dell’amore”. Lo afferma il sottosegretario alla Giustizia, Andrea Ostellari. “A seguito della pronuncia in merito della Consulta – precisa – sarà costituito un tavolo di lavoro per approfondire la questione”.

“Ogni eventuale iniziativa verrà intrapresa dal Dipartimento per l’Amministrazione penitenziaria, che coordinerà, dopo una ricognizione delle strutture, tutti i provveditorati e, a caduta, i singoli penitenziari. Le carceri hanno bisogno di serietà, non di propaganda”. (ANSA)

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Messa in sicurezza l’area, è stato chiuso al traffico il tratto interessato dal rogo per il tempo necessario alle operazioni di spegnimento
Il governatore: "La nostra terra ha vitigni eccellenti e tante piccole cantine"
Ordinato sacerdote nel 1936 fu membro per sedici anni della Compagnia di Gesù, insegnando filosofia e teologia
Sul posto il personale medico del 118 ed i carabinieri per i rilievi del caso, assieme a squadre dell'Anas
Le osservazioni in vista della conferenza di impatto ambientale
L'aspirante primo cittadino parla anche delle "condizioni disagevoli per l’erogazione delle prestazioni" e del "sovraccarico di lavoro"
Il più grande festival della regione, dall’anima itinerante e dal respiro internazionale, sarà inaugurato lunedì 15 aprile
Intanto il ministro dell'Interno, Matteo Piantedosi, è in contatto con i prefetti delle città italiane
L'uomo non ha saputo specificare la provenienza del denaro che per gli investigatori sarebbe frutto di illeciti
Un evento che ha riunito i congregari presenti, finalizzato all’approvazione dei documenti contabili dell'associazione
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved