Calabria7

Si torna in classe. Il Governo lavora alla riduzione della Dad alle superiori

Covid asilo Catanzaro

Per effetto del declassamento cromatico di alcune regioni, rimangono da domani con la didattica a distanza 3.320.958 alunni mentre rientrano in classe 719 mila. Il calcolo lo fa Tuttoscuola. Restano infatti a casa collegati con i loro professori in dad 2.734.012 studenti degli istituti della secondaria di secondo grado, oltre a circa 507mila alunni del primo ciclo nelle zone rosse rimaste (Campania, Toscana e Abruzzo), per un totale complessivo di 3 milioni e 241mila ragazzi. A questi vanno però aggiunti 79.995 alunni di seconda e terza media del Piemonte: il governatore Cirio, nonostante la Regione sia diventata zona arancione, ha deciso di tenere ancora questi studenti in DaD. In Calabria e in Lombardia, passate dal rosso all’arancione, da lunedì ritorneranno a seguire le lezioni in presenza circa 719mila alunni, per la maggior parte delle classi seconde e terze di scuola secondaria.

A dicembre ancora didattica a distanza anche nelle zone gialle, con una riduzione graduale della dad alle superiori dal 14.  E’ questo l’orientamento del Governo, che prepara il nuovo dpcm con le misure anti-Covid.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

La Calabria Film Commission in Sila con Weekend

Francesco Cangemi

Vaccino anti-Covid, Pfizer consiglia di non rinviare le seconda dose

Damiana Riverso

Inquinamento elettromagnetico nel Catanzarese, attesi interventi Wind sul ripetitore

Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content