Sicurezza balneare 2024, la Guardia costiera di Soverato emette l’ordinanza

L'ordinanza sulla sicurezza dei bagnanti comprende i Comuni da Simeri Crichi a Monasterace fino alla foce del torrente Assi

Con l’approssimarsi della prossima stagione estiva, la Guardia Costiera di Soverato ha proceduto ad emanare l’Ordinanza di Sicurezza Balneare per la stagione 2024. Il provvedimento si pone l’obiettivo di disciplinare la balneazione e le attività connesse che si svolgono negli specchi acquei e sugli arenili antistanti il litorale nella giurisdizione del circondario marittimo di Soverato che comprende i Comuni di Simeri Crichi, Catanzaro, Borgia, Squillace, Stalettì, Montauro, Montepaone, Soverato, Satriano, Davoli, San Sostene, Sant’Andrea Apostolo dello Ionio, Isca sullo Ionio, Badolato, Santa Caterina dello Ionio, Guardavalle e Monasterace fino alla foce del torrente Assi, con peculiare focus sulla sicurezza dei bagnanti e dei diportisti oltre che alla tutela dell’ambiente e delle bellezze naturali del territorio.

In linea generica, l’ordinanza di sicurezza balneare è uno strumento che si pone al servizio del cittadino per garantire la sicurezza degli usi pubblici del mare in un periodo intenso come quello estivo. Come tale deve necessariamente tenere in considerazione delle esigenze delle realtà locali contemperandole con le prioritarie norme a tutela della sicurezza.Il Comandante dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Soverato vuole sottolineare come talune “buone prassi” possono scongiurare pericoli in modo da poter fruire al meglio del bene mare nel corso della stagione balneare.

In linea generica, l’ordinanza di sicurezza balneare è uno strumento che si pone al servizio del cittadino per garantire la sicurezza degli usi pubblici del mare in un periodo intenso come quello estivo. Come tale deve necessariamente tenere in considerazione delle esigenze delle realtà locali contemperandole con le prioritarie norme a tutela della sicurezza.Il Comandante dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Soverato vuole sottolineare come talune “buone prassi” possono scongiurare pericoli in modo da poter fruire al meglio del bene mare nel corso della stagione balneare.

Le regole

Bisogna osservare le bandiere posizionate nei pressi dei luoghi di balneazione: le bandiere sulla spiaggia indicano le condizioni del mare. Una bandiera rossa significa che è pericoloso entrare in acqua; non nuotare da soli: è più sicuro nuotare in compagnia. In caso di difficoltà, qualcuno può aiutarci o chiedere il necessario aiuto ad altri; usare dispositivi di galleggiamento: i nuotatori meno esperti devono ricorrere all’uso di un giubbotto di salvataggio o altri dispositivi di galleggiamento; evitare l’alcool: non bere alcool prima o durante la permanenza in acqua. L’alcool può influenzare il giudizio e ridurre la capacità di nuotare; rispettare l’ambiente e il mare: non lasciare rifiuti sulla spiaggia o in acqua. Rispettare la natura e gli animali marini è un dovere fondamentale per tutti i bagnanti.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
L'Intervista
Il testo licenziato dal Senato - spiega il governatore della Calabria al Corriere della Sera - è un buon testo, ma deve essere migliorato”
I messaggi social con la firma delle “Brigate Rosse” diretti a due cosiddetti "diarchi fascisti": "Siete condannati a morte"
La Cgil incalza di fronte all'ennesimo episodio "Bisogna prendere provvedimenti drastici e urgenti affinché i colleghi vengano tutelati"
Accolte le istanze dei difensori del 31enne, di Spadola. Il Tribunale di Messina ha ritenuto inammissibile la richiesta della Dda
Accusati in concorso tra di loro di peculato, erano stati arrestati nell'ambito di un'inchiesta della Guardia di finanza. Accolte le le richieste della difesa
Il gup nelle motivazioni della sentenza: "era a conoscenza dei rapporti tra 'ndrangheta e servizi segreti"
I genitori hanno scoperto casualmente un anno fa della malattia del figlio, dopo una serie di accertamenti
"Il mio ginecologo mi ricorda che devo controllare una cisti ovarica. Da lì parte uno tsunami. Risonanza, ricovero, operazione. Ciao ovaie"
Prende il posto di Bruno Trocini. Da giocatore ha indossato la maglia amaranto tra il 1988 e il 1990 ai tempi di Nevio Scala
I tempi? Appena la vice presidente Princi sarà proclamata in Europarlamento. Il governatore conferma: "Ho intenzione di alleggerirmi di alcune competenze"
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved