Calabria7

Sicurezza: operazione ‘Hera Lacinia’, controlli a tappeto nel Crotonese

paola scalea

Controlli in esercizi commerciali con l’applicazione di sanzioni amministrative, sequestro di alimenti, individuazione di lavoratori in nero e ancora denunce per possesso di stupefacenti e sequestro di droga, arresti per furto e detenzione di armi. Sono questi i risultati dell’operazione “Hera Lacini”a condotta dagli uomini della Questura di Crotone nel periodo compreso tra giugno e settembre dedicato essenzialmente al contrasto della criminalità diffusa, al controllo delle sale gioco e ai reati connessi alla presenza di stranieri irregolari.

I 30 servizi effettuati in quel periodo dalla Polizia di Stato hanno interessato sia il territorio di Crotone sia quello della provincia, nello specifico i comuni di Isola di Capo Rizzuto, Cutro, Cirò Marina, Strongoli, Rocca di Neto, Verzino, Roccabernarda, Crucoli e Melissa, dove non sono presenti presidi della Polizia di Stato. Nel corso degli stessi servizi, inoltre, sono state acquisite notizie utili per le successive attività investigative, dirette a contrastare le organizzazioni criminali del territorio provinciale che sono ora al vaglio della Divisione Anticrimine e della Squadra Mobile.

Nello specifico i controlli su esercizi commerciali hanno consentito di elevare sanzioni per oltre 91 mila euro e sono state segnalate all’Ispettorato del lavoro quattro attività presso cui erano impiegati sette lavoratori in nero. I poliziotti hanno sequestrato oltre 7 mila chilogrammi di carne e pesce privi di tracciabilità ed etichettatura; 22 le persone denunciate per reati connessi agli stupefacenti, porto di armi, atti osceni e resistenza; 3 le persone arrestate per furto aggravato e una per violenza e resistenza a pubblico ufficiale. Sequestrate, infine, dosi di marijuana e cocaina.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Nicotera “non dorme” e si risveglia al fianco di Zappia. Accolto l’appello di Gratteri

Maurizio Santoro

“S.Ferdinando, tendopoli venga chiusa solo dopo la ricollocazione dei migranti”

Carmen Mirarchi

Rinvenuto cadavere 38enne, ucciso con un colpo di pistola

Matteo Brancati
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content