Sicurezza urbana, Fondazione Astrea sigla un protocollo con la startup Safe Industries

La startup innovativa ad interesse strategico nazionale sulla sicurezza urbana e tutela penale è titolare del brevetto del dispositivo SAFE per la sicurezza personale

Al via la collaborazione tra Fondazione Astrea, ente leader nella formazione per l’accesso alle carriere nelle Forze Armate e di Polizia e le Professioni legali, e Safe Industries, startup innovativa ad interesse strategico nazionale sulla sicurezza urbana e tutela penale, titolare del brevetto del dispositivo SAFE per la sicurezza personale. L’intesa è stata suggellata formalmente a Roma con la sigla di un protocollo tra Manlio Caruso, avvocato e presidente di Fondazione Astrea, e Oliver Tahir, ingegnere informatico e CEO di “Safe Industries”. Per la prima volta nella storia delle startup, una società tecnologica firma un protocollo d’intesa con una delle maggiori Scuole di formazione professionale italiane. L’inizio di questa collaborazione porterà alla formazione del personale che gestirà le centrali operative del sistema di assistenza alla guida “E.V.A.” (Extended Vehicular Assistant), brevettato da Tahir Oliver e divenuto obbligatorio su tutti gli autobus dal 6 luglio 2022, con la Regolamentazione UE2144/2019.

Dal 7 luglio 2024 il sistema sarà obbligatorio su qualunque veicolo delle categorie M e N (Autobus e Tir). Il Regolamento fa parte del programma Vision Zero dell’Unione Europea che mira all’obiettivo di zero morti sulle strade entro il 2050 e in questo contesto in Italia “Safe Industries” ha brevettato il primo sistema di assistenza alla guida destinato solo agli autobus, furgoni e tir. E.V.A è stato realizzato grazie a partner quali le multinazionali Qualcomm (che fornisce il chip in grado di effettuare 15 trilioni di operazioni al secondo), Blackberry, che fornisce il sistema operativo in tempo reale, necessario per operare sui veicoli con almeno 2 passeggeri e già adottato dalle autovetture Premium delle case più blasonate e Intel, produttore del sistema di telecamere che consentirà ad E.V.A di “vedere” da remoto. Un sistema all’avanguardia che ha attirato l’attenzione del Ministro del Trasporto pubblico di Malta che ha convocato la società per il 27 marzo al fine di mettere in sicurezza i propri autobus sull’isola, unico veicolo di trasporto pubblico. Attualmente sono 500, di cui 300 elettrici.

Dal 7 luglio 2024 il sistema sarà obbligatorio su qualunque veicolo delle categorie M e N (Autobus e Tir). Il Regolamento fa parte del programma Vision Zero dell’Unione Europea che mira all’obiettivo di zero morti sulle strade entro il 2050 e in questo contesto in Italia “Safe Industries” ha brevettato il primo sistema di assistenza alla guida destinato solo agli autobus, furgoni e tir. E.V.A è stato realizzato grazie a partner quali le multinazionali Qualcomm (che fornisce il chip in grado di effettuare 15 trilioni di operazioni al secondo), Blackberry, che fornisce il sistema operativo in tempo reale, necessario per operare sui veicoli con almeno 2 passeggeri e già adottato dalle autovetture Premium delle case più blasonate e Intel, produttore del sistema di telecamere che consentirà ad E.V.A di “vedere” da remoto. Un sistema all’avanguardia che ha attirato l’attenzione del Ministro del Trasporto pubblico di Malta che ha convocato la società per il 27 marzo al fine di mettere in sicurezza i propri autobus sull’isola, unico veicolo di trasporto pubblico. Attualmente sono 500, di cui 300 elettrici.

“L’unione di intenti tra la Fondazione Astrea e la Safe Industries, startup innovativa già premiata dalla direzione nazionale antimafia nell’ambito delle politiche per la sicurezza urbana, ci ha portato a sottoscrivere quello che per le altre aziende sarà una precursore di modalità di formazione del personale, l’affidarsi a scuole di alta formazione – ha dichiarato Tahir Oliver a margine della firma – La Fondazione Astrea per noi rappresenta il top di gamma nel nostro Paese, per valori e per ideologia: ha infatti come obiettivo quello di formare gli uomini e le donne che portano in seno i valori che rivediamo nelle nostre attività, uomini e donne di Stato e per lo Stato”.

“Siamo molto contenti di aver concluso questo ulteriore protocollo d’intesa con una Società che si occupa di sicurezza. L’accordo è volto alla formazione da parte della Fondazione Astrea di circa 1500 unità di personale che poi dovranno lavorare nella centrale operativa del “Sistema EVA”, diventato obbligatorio in tutti gli autobus d’Italia” – ha dichiarato Manlio Caruso – “E’ una grande opportunità, ringrazio in tal senso l’ing. Oliver Tahir per la fiducia accordata e per la sua lungimiranza. Pertanto, avanti tutta negli accordi con enti e società, affinchè la Fondazione Astrea possa specializzarsi nel raggiungimento di traguardi sempre più ambiziosi”.

La Fondazione Astrea

La Fondazione Astrea si occupa in particolare della preparazione ai Concorsi di accesso nelle Forze Armate e di Polizia, e nelle Professioni Legali (Magistrati, Notai e Avvocati). Nel solco del principio derivante dalla Convenzione di Lisbona, il Life long learning, formazione permanente per tutto l’arco della vita, la Scuola istituisce e gestisce, in collaborazione con i propri partners nazionali ed internazionali, corsi per l’orientamento universitario e professionale, cosi di insegnamento teorico-pratico a carattere formativo, informativo, di aggiornamento, di qualificazione, di riconversione e di avviamento professionale, nonché, attraverso il proprio Centro Linguistico di Ateneo, corsi di alfabetizzazione e di integrazione culturale e linguistica. Attraverso i propri Dipartimenti, fornisce un’offerta formativa di Corsi di Alta Formazione diretti a garantire l’inserimento in un mercato sempre più competitivo delle Professioni.

Safe Industries

Safe Industries è stata fondata dall’ingegnere informatico Tahir Olivier nel 2018. Il 18 novembre dello stesso anno, nell’ambito delle politiche nazionali sulla sicurezza, viene ritenuta ad interesse strategico sulla sicurezza urbana e tutela penale, alla Conferenza Nazionale sulla Sicurezza, organizzata dalla Direzione Nazionale Antimafia, Regione Campania ed Eurispes, dove durante la tre giorni di lavori il dott. Tahir Olivier ha avuto modo di poter apportare, attraverso un contributo tecnologico, oggetto di un primo brevetto, al tavolo tematico nel quale era oratore straordinario, una soluzione alla sicurezza urbana e alla tutela dei lavoratori che prestano servizio nei luoghi a rischio.

Nel marzo del 2019 viene ricevuto dal Presidente della Camera dei deputati, On. Roberto Fico, e premiato con un encomio per il contributo attraverso la sua Startup innovativa al miglioramento della sicurezza urbana. L’11 ottobre 2019 riceve la medaglia d’oro al valore militare per innovazione tecnologica, presso l’Accademia dell’Aeronautica di Pozzuoli da parte dell’Esercito Italiano, Aereonautica e Marina. Successivamente viene concessa l’apertura dell’anno della Camera di Commercio di Reggio Calabria, encomiata come Startup Innovativa del 2019 da Confindustria in presenza dell’ex presidente On. Vincenzo Boccia, dall’ex Vescovo di Reggio Calabria SER Mons. Angelo Raffaele Panzetta e dal Sindaco Avv. Giuseppe Falcomatà.
A giugno 2019 viene premiato nell’ambito delle politiche sulla sicurezza indette dalla D.I.A. (Direzione lnvestigativa Antimafia) di Napoli e dal R.O.S (Reparto operativo speciale) dei Carabinieri della Campania, diventando la prima startup italiana ad essere riconosciuta come consulente tecnico di parte sia dalle due agenzie che dalla Procura della Repubblica di Napoli e destinata alle attività di repressione della violenza urbana presso l’ufficio del Giudice Falcone. Viene poi reso Vigile Urbano onorario dall’associazione nazionale Polizia Campana in presenza del Sottosegretario all’Interno On. Carlo Sibillia.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
L'appuntamento è per domenica 16 giugno e al centro dell'iniziativa ci sarà la terza età. Il titolo è già tutto un programma: "Siamo tutti anziani"
Secondo quanto raccontato da "Basta vittime sulla statale 106": il conducente della vettura sbalzato fuori dall'abitacolo e incastrato nel guardrail
Ci sono anche due deputati calabresi tra i parlamentari sanzionati dall'ufficio di presidenza della Camera dei deputati
Soddisfazione da parte del presidente di Coldiretti Calabria Franco Aceto: "Ma non basta, la mobilitazione continua"
l'inviato
Centinaia di chilometri di arenile ubicati a ridosso della statale 18 invasi da erbacce, rifiuti e liquami fognari
L'Intervista
Il testo licenziato dal Senato - spiega il governatore della Calabria al Corriere della Sera - è un buon testo, ma deve essere migliorato”
I messaggi social con la firma delle “Brigate Rosse” diretti a due cosiddetti "diarchi fascisti": "Siete condannati a morte"
La Cgil incalza di fronte all'ennesimo episodio "Bisogna prendere provvedimenti drastici e urgenti affinché i colleghi vengano tutelati"
Accolte le istanze dei difensori del 31enne, di Spadola. Il Tribunale di Messina ha ritenuto inammissibile la richiesta della Dda
Accusati in concorso tra di loro di peculato, erano stati arrestati nell'ambito di un'inchiesta della Guardia di finanza. Accolte le le richieste della difesa
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved