Sipario su una stagione unica ed è già tempo di B: il Catanzaro guarda al futuro

I giocatori e Vivarini andranno in vacanza, mentre la dirigenza già dalla prossima settimana si metterà al lavoro per programmare la prossima stagione

Cala il sipario sulla straordinaria stagione del Catanzaro. La squadra di Vincenzo Vivarini torna in Serie B a distanza di 17 anni e conquista la Supercoppa a suon di record, facendo impazzire di gioia una città e una regione intera. Una marcia trionfale e a tratti accecante, con numeri che – fatte le dovute proporzioni – hanno ricalcato quelli del Napoli in Serie A e dei classici Bayern Monaco e Psg in Germania e Francia. 102 gol fatti e appena 21 subiti in campionato, record su record dai punti totali alle statistiche individuali. 

Risultato frutto della cooperazione

Risultato frutto della cooperazione

E’ la vittoria di una società capace di operare le scelte giuste nei ruoli chiave e con un’idea precisa di calcio propositivo. Grande merito va dato alla dirigenza, capace di mettere nel mirino calciatori motivati e ambiziosi. Man mano che il Catanzaro cresceva, dava continuità ai risultati e convinceva, diventava sempre più plausibile ambire seriamente ad un posto in Serie B.

E’ la vittoria di Vincenzo Vivarini, bravo ad entrare nella testa dei suoi ragazzi tanto da saper individuare il meglio che avrebbe potuto spremere da ciascuno di loro. Un allenatore capace di trasmettere la sua mentalità propositiva e di far giocare alla sua squadra il calcio più bello della Serie C. Merito riconosciutogli da più parti a livello nazionale e non solo, dunque ulteriore vanto di una stagione di per sé memorabile. E’ la vittoria di un gruppo straordinario, che si è fatto apprezzare in maniera pura, spensierata, senza vanti né virtuosismi, ma contando solo sul suo spirito sbarazzino, allegro ma impegnato e basato su sacrifici.

Sguardo al mercato

Ora lo sguardo va inevitabilmente al futuro. I giocatori e Vivarini andranno in vacanza, mentre la dirigenza (confermata in blocco con Foresti e Magalini) già dalla prossima settimana si metterà al lavoro per programmare al meglio la prossima stagione cadetta. Il Catanzaro di certo non ha alcuna intenzione di stravolgere l’organico che ha strameritato la promozione in Serie B. Noto ha indicato gli esempi temporalmente più vicini cui guardare, il Bari e il Sudtirol. Pur essendo matricole in B, entrambe hanno avuto un rendimento altissimo mantenendo l’ossatura della promozione. Serviranno calciatori più attrezzati sul piano fisico: gente che impatta in tutti i reparti, perché una delle differenze più evidenti fra la C e la B è proprio la struttura dei giocatori. 

Oggi la squadra giallorossa ha quasi 24 over ma in Serie B dovranno essere 18, dunque bisognerà privarsi di alcuni protagonisti di una stagione esaltante. Nel calcolo delle liste è escluso Martinelli, che ha giocato 4 stagioni con il Catanzaro e rientra tra i cosiddetti “giocatori bandiera”. Una delle priorità per la Serie B è la permanenza del centrocampista Andrea Ghion, in prestito secco dal Sassuolo, che peraltro rientra tra gli under insieme a Brignola e Katseris. I giallorossi sono al lavoro per tenerlo anche nella prossima stagione e vogliono convincere il Sassuolo a rinnovare il prestito. Ma è ancora troppo presto per parlare di nomi in entrata: il tecnico Vivarini avrebbe richiesto in particolare 5/6 innesti di spessore per “fare bene” (mantra del mister di Ari) anche in Serie B e Noto è pronto ad accontentarlo. Per un’altra stagione tutta da vivere.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
La segretaria Pd ha annunciato che parteciperà alle manifestazioni che si svolgeranno per l’anniversario del naufragio in cui morirono 94 persone
La morte di Giuseppe Bruno e Caterina Raimondi sarebbe avvenuta nell'ambito di uno scontro tra cosche di 'ndrangheta nel 2013
Le scritte “Ceraso dimettiti” e “Steccato senza sindaco” sono comparse in città all’indomani della manifestazione contro la ‘ndrangheta
Il tecnico era arrivato sulla panchina rossoblù nella scorsa stagione per sostituire Franco Lerda. In arrivo Silvio Baldini
L’ennesimo episodio di maltrattamenti contro un randagio, la denuncia di una cittadina locale sui social
La protesta è lanciata da CGIL, CISL e UIL e si terrà in contemporanea nelle province di Reggio, Cosenza e Crotone
La rappresentanza femminile in Parlamento è diminuita e c'è ancora incitamento all'odio contro le donne, le ragazze Lgbtq+ e i disabili sui media
La presidente dell’Ong “Bon’t worry” sull’episodio di violenza: “Casa di cura pagata dal servizio sanitario, nessuno l’ha ancora ascoltata”
Hanno partecipato all’incontro alla Cittadella operatori del territorio e players nazionali ed internazionali del segmento
A comprarla, al termine di una trattativa riservata, è stato l'economista Gianni Profita, rettore di un’università internazionale a Roma
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved