Calabria7

Sorical, sindacati lanciano l’allarme: “Situazione disastrosa”

sorical

Le segreterie regionali dei sindacati Filctem Cgil e Uiltec Uil denunciano “la disastrosa e preoccupante situazione in cui – scrivono in un documento – versano Sorical e l’intero ciclo integrato delle acque da ormai molto, troppo tempo”.

“Alle tante criticità, ampiamente denunciate nei giorni scorsi, ad oggi, si somma anche il mancato pagamento degli stipendi in favore dei lavoratori, per il quale gli stessi non hanno avuto nessun livello di informazione e rassicurazione sulle dinamiche che hanno portato la società allo stato in cui versa. La tragica situazione verificatasi – scrivono i due sindacati – ci costringe a dare visibilità ai lavoratori che continuano ad essere vessati e costretti al tacito assenso di una situazione che ormai si trascina da anni, una mala gestione che mette a rischio oltre la continuità lavorativa degli addetti ai lavori diretti ed indiretti si Sorical anche il servizio reso ai cittadini. Pertanto, ci rivolgiamo ai soggetti responsabili Commissari e Regione per spiegarci il perché 7 anni di liquidazione ancora non hanno prodotto alcun risultato! Ci pare che lo stato di liquidazione dovesse servire a rimettere in sesto la società e farla ripartire, invece l’attuale stato di sofferenza finanziaria dovuta ad una gestione approssimativa e non all’altezza di un’azienda complessa come Sorical ha generato il peggioramento complessivo della gestione e dell’intero sistema pur avendo una consistenza professionale e lavorativa altamente qualificata e specializzata”.

L’attuale management aziendale, scrivono i sindacati, “assente, ha prodotto risultati purtroppo negativi che sono visibili e sotto gli occhi di tutti, mensilità che slittano, nessuna informazione ai lavoratori, aziende appaltatrici che stentano ad avere pagate le loro prestazione che di riflesso si riversano sui lavoratori dell’indotto, nonché un rapporto tra Sorical e i Comuni di perenne conflitto e scontro. Continuiamo a non tacere e non intendiamo sopportare una condizione inaccettabile, lesiva della dignità dei lavoratori e della dignità dei cittadini calabresi”.I sindacati invitano il nuovo consiglio regionale e la Presidente Jole Santelli “ad intervenire urgentemente sulla questione posta da Filctem e Uiltec che, scevre – continuano – da ogni pregiudizio da anni denunciano questo stato di cose, e sono pronte, a dare il loro contributo alla realizzazione di un nuovo e vero Servizio Idrico integrato che garantisca un servizio di eccellenza ai cittadini e tranquillità lavorativa ai dipendenti. I lavoratori Sorical e le organizzazioni sindacali – è scritto – sono pronte ad un confronto serio e costruttivo”.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Economia in Calabria, venerdì mattina la presentazione del report Bankitalia

mario meliadò

Part-time AMC, Uiltrasporti: atteggiamenti lesivi della libertà dei lavoratori

Mirko

Fase 2 Covid, una Calabria in ripresa e diversa può esserci: basta volerlo!

Danilo Colacino
Click to Hide Advanced Floating Content