Calabria7

Sorpresa in treno con 15 panetti di hashish, arrestata 30enne nel Reggino

Stava per attraversare lo Stretto con un 1,5 chili di hashish destinato alle piazze di spaccio della Sicilia sud-orientale. Si tratta di una donna 30enne di origini gambiane, bloccata dalla guardia di finanza a Villa San Giovanni. I finanzieri del comando provinciale di Reggio Calabria hanno eseguito dei controlli con l’ausilio dei cani antidroga agli imbarchi dei traghetti ferroviari della cittadina calabrese.

I fatti

La donna, a bordo di un treno proveniente da Roma, era diretta a Ragusa: è stata controllata al fine di riscontrare la regolarità del suo spostamento, in relazione alle prescrizioni e ai divieti connessi all’emergenza sanitaria in atto. Nel corso del controllo, la giovane donna, incensurata, ha manifestato segni di nervosismo e pertanto è stato sottoposta ad una perquisizione personale nel corso della quale sono stati trovati 15 panetti di hashish, occultati nella borsa.

I finanzieri hanno arrestato la viaggiatrice per la violazione della normativa in materia di stupefacenti e le hanno, inoltre, contestato una sanzione amministrativa per non aver osservato il divieto di spostamento, consentito, data l’emergenza sanitaria in atto, soltanto per motivi di salute, lavoro e in casi di urgenza e necessità. L’arresto è stato convalidato dalla magistratura reggina che ha disposto l’obbligo di dimora dell’indagata a Roma, nel suo domicilio. La droga, venduta al dettaglio, avrebbe fruttato alla criminalità oltre 10.000 euro.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Gatto insegue un topo nei corridoi dell’ospedale di Paola, le immagini diventano virali (FOTO)

Alessandro De Padova

Rapina e sequestro di persona a Schiavonea, indagato non risponde al gip

manfredi

Vaccino anticovid, la Calabria risale una posizione. Peggio di noi solo la Liguria

Damiana Riverso
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content